Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | October 19, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Joe Lansdale – Il carro magico

| On 31, Gen 2011

Il carro magico

Il libro:
Editore Fanucci / Collezione Vintage
Anno 2008
192 pagine – Brossura
Traduzione Seba Pezzani

La trama e la mia recensione:

E’ il primo libro western che io abbia mai letto..
In realtà, chi si aspetta di leggere uno dei suoi thriller, ne rimarrà deluso. Al contrario, se ci si aspetta una storia del classico vecchio west, potrà godersi questo racconto..
Vi posto intanto la presentazione che troverete all’interno della copertina:
“Il XX ecolo è appena iniziato: nel Texas fanno la loro comparsa i primi venditori ambulanti miracolosi, mentre i vecchi cowboy sorvegliano le linee di frontiera e gli sceriffi mantengono l’ordine nele piccole città, dove l’odio razziale fatica a spegnersi, nonostante la liberazione degli schiavi appartenga al passato. La famiglia del giovanissimo Buster Fogg, voce narrante di questo romanzo, viene spazzata via da un tornado insieme alla sua casa, e il ragazzo si unisce – per caso o per volontà del destino – alla compagnia itinerante di Billy Bob Daniels, inventore di medicine prodigiose e tiratore eccezionale, che si proclama figlio illegittimo del leggendario pistolero Wild Bill Hickock.
Insieme all’ex schiavo Albert e ad Alluce Marcio, una scimmia lottatrice, il gruppo di memorabili personaggi viaggia in lungo e in largo per il Texas, inseguito da una tempesta che incmbe su di loro come una maledizione indiana, e trascinando il lettore in una spirale di emozioni continue, esilaranti e a tratti tragicomiche.
Scritto da Joe Lansdale nel 1986, prima di conoscere l’enorme successo che lo attendeva, il Carro magico è un’ironica e nostalgica elegia dedicata al selvaggio West, oggi riscoperta da Fanucci Editore e pubblicata in Italia per la prima volta.”
Lo scrittore, di origini texane, trova spesso modo di descrivere il proprio paese nei suoi libri e ne parla in un modo che ti fa immaginare di esserci, di entrare nei saloon e di vedere il pianista che suona..di trovarti in mezzo ad una sparatoria tra sceriffo e i banditi, alla “Mezzogiorno di fuoco”, o tra gli indiani mentre fumano il kalumet.
Nel mezzo di questa storia mischia, come sempre, un bel racconto dove il personaggio di colore ha la sua rivincita, in un mondo razzista ieri come oggi e oggi come ieri.
Beh, la storia regge, con un pò di mistero per questo “carro magico”, che ci accompagna per quasi tutto il libro.
Libro scorrevole, senza grandissime pretese..forse per me che non amo i western e che mi aspetto da questo scrittore sempre il massimo..
Questa la scheda del libro: Il carro magico

Lo scrittore:

Difficile condensare un grandissimo lettore come Lansdale. Nasce nel 1951 e si appassiona a letture di fantascienza di Bradbury e di avventura tipo Mark Twain e Jack London. Ma spaziano davvero in tutti gli argomenti, perfino ai fumetti, ai B-movies, alla letteratura pulp.
Nel 1972 pubblica il suo primo racconto, ma la sua carriera di scrittore inizia nel 1980 Con “Atto d’amore” e da allora non si è mai fermato.
Per arrotondare intanto, fa ogni possibile lavoro: da contadino a buttafuori in locali pubblici, da bidello ad operaio di fabbrica.
Ha scritto libri di ogni genere, western, fantascienza, horror, thriller, noir. Io stessa ho letto tutti i suoi generi, ma difficile affibbiargliene uno in particolare..è bravissimo in tutti.
E’ sposato e ha due figli, Keith e Kasey, quest’ultima cantante di successo.

Di Lansdale ho recensito: La ragazza dal cuore d’acciaioAtto d’amoreLondra tra le fiammeUna stagione selvaggia..anche se in realtà ne ho letti molti di più, ma  la passione per le recensioni è subentrata dopo!

Se vuoi... commenta