Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | December 14, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Alicia Giménez Bartlett – Morti di carta

| On 06, Feb 2011

Morti di carta
Il libro:
Editore Sellerio / Collana La memoria
Anno 2002
350 Pagine – Brossura
Traduzione Maria Nicola
La trama:
Petra Delicado, ispettrice della polizia di Barcellona, e il suo vice, Fermín Garzón, non sono due investigatori per casi delicati. Non fingono ipotesi elaborate per risolvere le loro inchieste, che sembrano sgomitolarsi dal semplice all’aggrovigliato, e forse non hanno nemmeno il fisico adatto. Ma quando corrono per le strade, le loro investigazioni si svolgono con naturalezza, imparando dagli errori, quasi da commedia poliziesca. In questo caso due investigatori “per casi delicati”, occupati nello scoprire l’assassino della giovane donna di un uomo importante, passano ai nostri due eroi una loro inchiesta: un giornalista televisivo, che si occupava di gossip è stato ucciso e Petra e Garzón devono scoprire da chi.
Pur essendomi appassionata allo stile della Bartlett e ai suoi due mitici personaggi, l’Ispettore Petra Delicado e il suo vice Férmin, questo terzo libro non è riuscito a coinvolgermi come gli altri. Ho trovato la trama un po’ faticosa e con poco carattere. Lo stile sempre fluido e l’aspetto intimistico del romanzo sono sempre apprezzabili, ma non riesco a dare una stelletta in più..
La scrittrice:
Considerata la versione spagnola di Camilleri, nasce nel 1951 a Barcellona. Laureata in Letteratura e Filologia Moderna. Ha insegnato letteratura spagnola, prima di cimentarsi nella scrittura e dopo aver riscosso un notevole successo, ha deciso di continuare su questa strada.
Dopo aver creato il personaggio di Petra Delicado, l’ispettrice sempre alle prese con casi particolari, la sua popolarità è aumentata in modo esponenziale e l’ha eletta una delle scrittrici più seguite in Spagna, ma non solo.

Ho recensito anche: Giorno da cani e Riti di morte

Se vuoi... commenta