Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | August 19, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Andrew Vachss – La vendetta di Burke

| On 12, Feb 2011

Il libro:
Editore: Sperling&Kupfer
Anno 2001
Brossura
Traduzione Alfredo Colitto
Incipit:
«Che cosa ci vuole per sedersi a un tavolo davanti a un uomo, ascoltarlo parlare, guardarlo negli occhi… E poi fargli schizzare il cervello sulla carta da parati?
Nulla.
E più lo fai, più diventa facile.
“Non hai ancora trovato un posto?”
La voce al cellulare sembrava annoiata, ma io sentivo piccoli vermi contorcersi ai suoi bordi. Impazienza? Nervosismo? Non avevo modo di saperlo.
“No” gli dissi. “E se non ne trovo uno entro un paio di minuti, rimanderemo alla prossima volta”.
“Ehi, amico, vaffanculo, capito? Non ci sarà nessuna prossima volta”.
“Come preferisci”.
“Sei un duro, eh? Capisco… non si tratta di tuo figlio”.
“Non è neppure il tuo” dissi, in tono piatto e per nulla minaccioso, cercando di trasmettergli la mia calma. “Siamo due professionisti. Perciò comportiamoci come tali, okay? E’ uno scambio, e tu sai come funzionano gli scambi. Appena trovo un posto sicuro parcheggio, come d’accordo. Ci incontriamo, concludiamo l’affare e tutti verranno pagati”.
“Se non trovi un posto al più presto, non verrà pagato nessuno”.
“Ti richiamo” dissi, e chiusi la comunicazione.»
Non riesco a classificare questo libro rispetto ai primi due che ho letto di Vachss. Sarà il ripetersi della trama, questa ricerca spasmodica di denunciare le violenze sui minori, rintracciare i colpevoli a tutti i costi, che mi pare un’ossessione, come se il continuare a tenere scoperto un nervo, serva a tenere alta l’attenzione. Vachss coinvolge i lettori come se fossero tutti genitori disattenti e punta il dito su internet e sull’utilizzo che ne viene fatto. Ed è l’ennesimo pugno allo stomaco che si riceve. E’ giusto cercare la vendetta? E siamo sicuri che saremo sollevati solo vendicandoci di tali efferatezze? Sembra questo il messaggio che, attraverso il mitico personaggio di Burke, vuole trasmetterci lo scrittore. Forse no, ma sicuramente la rabbia si placa e si stempera..anche se rimane l’amaro in bocca.
Lo scrittore:
Nasce a New York nel 1942. Da sempre specializzato nella difesa dei minori nella sua professione di avvocato. E’ stato investigatore federale, combatte la prostituzione minorile in alcune zone del sud-est asiatico, inviato dell’ONU in Biafra durante la guerra. Vincitore di numerosi premi, tra cui il Premio “Raymond Chandler” nel 2000.

Il sito ufficiale dello scrittore: http://www.vachss.com/
Libri che ho recensito: Shella, Giù nel nulla.The Getaway Man.

Se vuoi... commenta