Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | September 22, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Edward Bunker – Come una bestia feroce

| On 06, Feb 2011

Come una bestia feroce

Il libro:
Editore Einaudi / Stile Libero Noir
Anno 2004
358 pagine – Brossura
Traduzione Bortolussi S.

La trama:

Edward Bunker, fra tutti gli scrittori americani di noir, è quello con la biografia più maledetta. Condannato un paio di volte per crimini di varia natura, ha riscoperto in carcere la vocazione dello scrittore. I suoi romanzi sono viaggi senza protezione nel mondo della criminalità quotidiana. Nelle sue pagine il noir perde qualsiasi coloritura romanticheggiante o redentrice, nulla oltre un naturalismo spietato a descrivere un mondo dove la rabbia irrigidisce il dito sul grilletto e ogni fuga appare illusoria, quando non decisamente terrorizzante. Il protagonista del romanzo è un ex delinquente di Los Angeles che, dopo aver inutilmente cercato di riadattarsi alla vita normale, sceglie di rituffarsi nella “sicurezza” del crimine.
Nella serie dei libri Noir, mi preme segnalare questo libro, pubblicato per la prima volta nel 1973 e considerato uno dei più bei romanzi mai scritti da un galeotto.
Il suo libro ha avuto un successo paragonabile a quello che conobbe, vent’anni fa, Charles Bukowski. A 17 anni era già in carcere e ha cominciato a scrivere quando ne aveva 19..
La forza di questo romanzo risiede soprattutto nel descrivere, in modo truce e senza veli di perbenismo, la spietatezza della società nei confronti di un criminale, che non può non fare a meno di continuare ad esserlo. E non si può non stare dalla sua parte, per quanto sembri paradossale. Un libro da “bere”..

Lo scrittore:
Nasce nel 1933 a Hollywood e muore nel 2005. Ha avuto un passato da criminale, ma che non gli ha impedito di diventare uno scrittore, sceneggiatore e perfino attore, ricercato da registi come Quentin Tarantino e da attori come Robert De Niro.
Sin da ragazzino conosce il riformatorio, in cui inizia a scrivere avendo ricevuto in regalo una macchina su cui digita il suo primo romanzo. Un’intelligenza fuori dal comune, Edward detto “Eddie”, sempre in fuga tra vari istituti di correzione, preso sotto l’ala protettrice di Mrs Wallis, tra gli anni ’40 e ’50, ex diva del muto che lo aiuta come un figlio, gli scrive mentre è in carcere. Tutto ciò non gli ha impedito di essere uno dei migliori scrittori di noir e da cui sono stati tratti alcuni film, tra cui “Vigilato speciale” e “Animal factory”.

Se vuoi... commenta