Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | October 21, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Paul Auster – Leviatano

| On 06, Feb 2011

Leviatano

Il libro:
Editore Einaudi
Anno 2005
285 pagine – Brossura
Traduzione Eva Kampmann

La trama:

Benjamin Sachs è uno scrittore di talento, invidiato per un matrimonio quasi perfetto e una vita di soddisfazioni. Ma a un certo punto, nella sua vita, si innesca un imprevedibile concatenarsi di eventi che porteranno alla cruda notizia riportata da un quotidiano: “Sei giorni fa un uomo si è fatto saltare in aria sul ciglio di una strada in Wisconsin”. Dietro la brutalità del fatto di cronaca, un caro amico di Sachs, Peter Aaron, riconosce la notizia della morte dello scrittore misteriosamente scomparso. Cosí tassello dopo tassello, ne ricostruisce pazientemente gli ultimi, sconclusionati anni. E come spesso succede nei romanzi di Paul Auster, quel che dalla narrazione emerge è quanto la vita di ciascuno sia in totale balia del caso.
Auster ha un modo di condurre il lettore fino alle ultime pagine del libro, con una naturalezza, una “leggerezza” nel descrivere fatti e emozioni, che sanno trasmettere a pieno il significato delle parole. E’ descrittivo senza mai esagerare, è coinvolgente senza trascendere. Insomma, scrive veramente bene!
Per quanto riguarda invece il libro in questione, vi posto intanto la trama:
Ritratto di un’America disorientata, che nega, senza neanche rendersene conto, i valori che l’hanno fondata, il settimo romanzo di Paul Auster si mantiene in bilico fra letteratura e politica, fra menzogne della realtà e verità della finzione. Tutto comincia quando uno sconosciuto salta in aria in una strada del Wisconsin. Peter Aaron si rende immediatamente conto che si tratta del suo amico Benjamin Sachs e decide di raccontare la sua versione dei fatti, per dare un senso ad una vita, prima che versioni ufficiali stabiliscano per sempre le loro falsità o mezze verità. “Leviatano” è una biografia che cerca di indagare la morte di un dinamitardo i cui ideali avevano trovato come obiettivo-simbolo tutte le copie della statua della libertà degli Stati Uniti.
La mia opinione: il libro parla essenzialmente di rapporti interpersonali, di amicizia, di amore, di onore, di ideali. Le storie si intrecciano e si sovrastano. Se dall’esterno le persone ci sembrano serene, forse nascondono invece grandi conflitti, che possono essere risolti nei modi più disparati, anche cambiando radicalmente la propria vita. Difficile fare una recensione precisa. Posso consigliarlo per chi ama Auster, ma come storia non mi ha entusiasmata..

Qui la scheda del libro:Leviatano
Qui le mie recensioni: Uomo nel buioMr Vertigo

Lo scrittore:
Nato nel 1947 a Newark. Inizia la sua carriera di scrittore nel 1979, con un romanzo autobiografico, “L’invenzione della solitudine”, in cui parla del rapporto conflittuale con suo padre. Nel 1985, scrisse il libro “Trilogia di New York”, e la sua popolarità andò alle stelle. Da quel momento, fu un’ascesa verso il successo. Scrisse per il cinema, diventò regista. I suoi lavori vengono tradotti in tantissimi paesi del mondo.
Si è sposato due volte.

Se vuoi... commenta