Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | October 19, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Simone Van Der Vlugt – La ragazza che viene dal passato

| On 18, Feb 2011

Il libro:
Editore Kowalski
Anno 2008 – riedizione nel 2010 con Feltrinelli
344 pagine – Brossura
Traduzione Elena Caontoni
La trama:
Quando al liceo di Den Helder organizza una rimpatriata tra ex allievi, per Sabine è come ricevere uno schiaffo in pieno viso. Sono passati dieci anni da quando era la ragazza più [im]popolare della scuola e Isabel la sua migliora amica. Ora Sabine ha ventitré anni è reduce da un brutto esaurimento nervoso, mentre Isabel non c’è più. E’ misteriosamente scomparsa un giorno al ritorno da scuoale il ricordo di quell’angoscioso episodio è come se fosse svanito dalla memoria di Sabine. Quando arriva a Den Helder, tormentata dagli incubi e dai ricordi confusi, Sabine inizia un’inquietante indagine tra i luoghi delle sua giovinezza e gli angoli oscuri della suo memoria. Ma nessuno sembra disposto a parlare: l’ambiguo Mr Groesbeek, ex bidello, sostiene di non sapere nulla, mentre Olaf, ragazzo di Isabel, reagisce con violenza ale domande di Sabine. Chi si nasconde dietro la scomparsa di Isabel? Mentre le ricerche si infittiscono di misteri, i ricordi di Sabine si fanno sempre più nitidi e spaventosi. Ma qualcosa di terribile deve ancora accadere. E solo rivivendo quello stesso trauma, Sabine riuscirà a squarciare la nebbia dell’oblio e a guardare in faccia la più atroce delle verità.
Il libro: la trama è molto scorrevole, introspettiva e riflessiva, su come la mente umana è in grado di rimuovere completamente gli orrori e i traumi, come a non ammettere che l’essere umano è una macchina perfetta, finchè non scatta qualcosa e prende il sopravvento la zona buia che alberga in ognuno di noi.
Un thriller avvincente. Ricordi di scuola, dove il timido e l’introverso sono i soliti perseguitati..
Assolutamente da leggere!
Due parole sull’autrice – Simone van der Vlugt (n. 1966) ha fatto il suo debutto nel 1995 con L’amuleto (Il Talismano), seguito da Blood Money (Blood Money, 1996), La ghigliottina (1999) e Nero Snow. Van der Vlugt è considerata l’erede di Thea Beckman, e come questo ben noto autore olandese ha approfondito le sue ricerche storiche per l’ambientazione dei suoi romanzi. Ha anche scritto un certo numero di libri per i ragazzi.

Se vuoi... commenta