Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | December 17, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Ian Sansom – Galeotto fu il libro

| On 20, Apr 2011

Galeotto fu il libro
Il libro:
Editore TEA
Anno 2011
322 Pagine – Brossura
Traduzione di Claudio Carcano
scheda libro: Galeotto fu il libro

Protagonista: Israel Amstrong.
Professione: Bibliotecario su Bibliobus (per il suo capo Linda, Facilitatore della Comunicazione Culturale in veicolo del centro di Cultura mobile)
Caratteristiche: in sovrappeso, sfortunato, ingenuo, vegetariano, mix di ebreo e irlandese
Luogo: Irlanda del Nord – paese di Tundrum
Età: prossimo ai 30 anni
Il mistero: la sparizione improvvisa di una ragazzina adolescente, figlia di un membro molto in vista di Tundrum, a quanto pare in seguito alla lettura di un libro consegnatole da Israel, “Pastorale americana” di Philip Roth, considerato “Fuori scaffale”, vale a dire che ne è vietata la lettura a persone sensibili, facilmente impressionabili ecc.
Quarto titolo della serie del Bibliobus di Tundrum, è per me il primo in assoluto che leggo. Ed è scattata immediatamente una simpatia contagiosa con il personaggio Israel. Mi ha ricordato, non so perchè, il famoso Mr. Bean di qualche anno fa: impacciato, ingenuo, pasticcione.
Vive in un paesino sperduto nell’Irlanda del Nord, dove il massimo divertimento è ubriacarsi al pub (tra l’altro, l’unico) insieme agli altri popolani.
Svolge un lavoro poco retribuito e poco apprezzato, il bibliotecario, per giunta in un bibliobus perchè, come si dice, se Maometto non va alla montagna, è la montagna che va a Maometto e così Israel nei confronti dei pigri cittadini di Tundrum, con poca voglia di leggere, tranne pochi affezionati.
Sono in pochi a salire sul “veicolo del centro di cultura mobile”, se non per cercare qualche libro “proibito”..
E Israel sembra sempre fuori luogo, in qualsiasi cosa che faccia. Lasciato dalla fidanzata senza un motivo plausibile, vessato dal suo capo Linda, che lo colpevolizza per la scomparsa di una ragazzina, solo perchè le ha prestato un libro “fuori scaffale”.
Per riscattare in qualche modo il suo status di “sfigato”, si improvvisa detective e si mette alla ricerca della fuggitiva, non fosse altro perchè è anche la figlia di un esponente politico del paese, candidato alle elezioni.

I retroscena sono nel contempo drammatici ed esilaranti. Lo stile di Sansom è ricco di particolari e caratterizza i suoi personaggi a tal modo che sembra di immaginarli, nel loro paesino dimenticato da Dio e dagli uomini. Sono arrivata in un attimo alla fine, pentita di non aver letto i precedenti libri.
Imperdibile per chi ama leggere un giallo nelle sue tonalità più..rosee.

Lo scrittore:
Ian Sansom, inglese, vive vicino a Belfast con la sua famiglia. Collabora regolarmente con il «Guardian» e con la «London Review of Books» in qualità di critico letterario. Nel 2002 ha pubblicato The Truth About Babies, resoconto di un anno di gioie e orrori della paternità. Ha debuttato nella narrativa nel 2004 col romanzo The Impartial Recorder (biografia tratta da www.tealibri.it).

Titoli di Ian Sansom nel catalogo TEA:
Le storie del bibliobus di Tundrum:
Il caso dei libri scomparsi
Che cosa è successo a Mr. Dixon?
Due uomini e un furgone
Galeotto fu il libro

Ian Sansom
 su Internet
http://www.iansansom.net/ (il sito è in inglese)

Qui l’intervista che ho realizzato: Intervista Ian Sansom

Se vuoi... commenta