Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | October 16, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Elizabeth Haynes – Nell’angolo più buio

| On 21, Nov 2011

Il libro:

Editore Giano / Collana Nerogiano
Anno 2011
384 pagine – rilegato
Traduzione Chiara Brovelli
Il 25 novembre 2011 è stata commemorata la “Giornata nazionale contro lo stalking e la violenza sulle donne” e, come donna, sono particolarmente sensibile all’argomento, considerando quante volte ho sentito la stessa notizia al telegiornale, o purtroppo da amiche o conoscenti, come fosse una replica infinita, degli abusi e della violenza psicologica che molti uomini compiono, senza che la legge abbia il potere o la forza di contrastare il fenomeno.
A questo proposito, segnalo il romanzo di Elizabeth Haynes. “Nell’angolo più buio”. La scrittrice, analista di intelligence per la polizia, ci racconta l’angolo più buio della mente umana nel crime che domina le classifiche inglesi ed è stato nominato Amazon.co.uk BEST BOOK del 2011.
«Mi sono sempre detta che non mi potrà mai capitare di finire vittima di una relazione di abuso, che sarei in grado di fuggire fin dal primo segnale, ma leggendo questo libro mi sono resa conto che non è affatto così semplice. Il romanzo è un superbo ritratto del peso che sopportano le vittime dei disturbi ossessivo-compulsivi».
The Bookbag 

La trama:

E’ un venerdì sera del 2003, a Lancaster. E’ Halloween e i bar in città sono pieni come calderoni straripanti. Vestita da sposa di Satana, con scarpe di seta color ciliegia e un abito di satin rosso aderente con cui ha già rimediato più di un palpeggiamento nei bar dove si è rifornita di sidro e di vodka, Catherine Bailey entra al River, l’ennesimo club della serata. Per stare dietro a Kelly, una tizia incontrata al bancone di un bar eccentricamente vestita come una strega senza scopa, punta verso il privé. Bloccata da un muro in abito color carbone, solleva lo sguardo e incrocia due incredibili occhi azzurri sormontati da capelli corti e biondi. E’ il colpo di fulmine per Cathy, l’incontro che pone fine alla sua spensierata esistenza di ventiquattrenne single attratta dai tipi di una notte soltanto, di cui non ricordare nulla, nemmeno un dettaglio, perse, come si è, nei fumi dell’alcol…continua qui:

«Fin dall’inquietante prologo – una giovane donna ammazzata a randellate in un fosso – il potente romanzo della Haynes sul tema della violenza domestica è fonte di angoscia, anche se privo di sensazionalismo. Un libro avvincente su un argomento che non sarà mai evidenziato a sufficienza».

The Guardian

«Una descrizione dell’ossessione che fa rabbrividire. E non aspettatevi un finale dove tutti sono felici e contenti – niente va mai a finire come uno aveva sperato».

Shotsmag


«Un esordio davvero impressionante. Il dolore e la frustrazione portati dal disturbo ossessivo-compulsivo sono narrati in maniera brillante, e ogni volta che Cathy dà inizio a un nuovo rituale il lettore ha un sussulto».

Newbooks Magazine

Elizabeth Haynes è nata e vive nel Kent con il marito e un figlio. Ha iniziato a dedicarsi alla narrativa nel 2006, grazie al concorso annuale National Novel Writing Month (Nanowrimo) e al corso di scrittura al West Dean College. Nell’angolo più buio è il suo primo romanzo. 

Se vuoi... commenta