Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | July 24, 2017

Torna su

Alto

2 Commenti

Andrea Napoli Gangstamilano Chi sbaglia paga

| On 06, Ott 2012

Il libro:
Editore Chinaski Collana
Anno 2012
144 pagine  – brossura con alette
La trama:
Quando tutto frana
Quando il mondo picchia duro senza pietà
Siamo soliti aspettare che tutto passi, che la realtà
si stanchi di farci male..
Purtroppo è solo l’inizio
Quando ho cominciato a leggere questo romanzo, ho pensato per un nanosecondo che fosse autobiografico, confondendo l’autore, Andrea Napoli, con il protagonista, Andrea Nespoli. Ma è durato  un attimo e ho cominciato a immergermi nell’atmosfera di Milano, vissuta “dal di dentro”, dalla strada e da quel sottobosco di spacciatori, prostitute, senzatetto che la popolano. Si parla spesso della “Milano da bere”, della città della Moda, ma Andrea sottolinea quanto questa sia una cornice con le croste da mostrare ai turisti inconsapevoli. Andrea Nespoli cresce in un quartiere di Quarto Oggiaro, quindi con le difficoltà tipiche della periferia – tra l’altro c’è periferia e periferia – e ha il vizio del gioco. Spende più di quanto riesca a guadagnare e chiede soldi in prestito a strozzini senza scrupoli. Un giocatore non ha dignità, quella è la prima cosa che si è giocato. E il modo per procurarsi quattromila euro persi nell’ultima giocata, è quello di spacciare cocaina per le strade. 
Figlio di una famiglia borghese con molte aspettative per lui, si rende conto di avere fallito come figlio e come uomo. Ma il suo amore per Elena, lo sta facendo riflettere su un definitivo cambio di rotta. Facile più a dirsi che a farsi, perché Andrea spaccia per conto di Federico D’Angelo, suo ex compagno di classe, grande amico, ma anche un pericoloso assassino. Controlla tutta la città e i suoi fidi “guerrieri” lo aiutano a reprimere le teste calde e a mantenere l’ordine tra la malavita della metropoli.
Sì, perché esistono delle regole anche fra i criminali e guai a chi non le rispetta. Può trovarsi “per caso” nel baule di qualche auto o investito “accidentalmente”. O semplicemente finito con un colpo di pistola alla testa.
Andrea Nespoli ha imparato la vita di strada e le complicazioni che comporta. “La strada è la mia libertà, non devo stare alle regole del mondo civile, non devo sorridere per forza, non sono uno schiavo, sono solamente Andrea. Nel bene e nel male.” 
Ma quando qualcuno sbaglia, le conseguenze sono disastrose per tutti. E la polizia farà molta fatica a tirare le fila dell’indagine.
Un romanzo duro, che mi coinvolge e mi travolge. Andrea Napoli ha una capacità di trasmettere le sue emozioni, attraverso queste poche ma intense pagine. La rabbia e la delusione, l’infrangersi dei sogni di un ragazzo, che da studente appassionato di libri – si trova a condividere una realtà ben più cruda e distorta. Come sempre, una riflessione su quanto il bene e il male non siano due entità distinte, ma spesso unite a filo doppio, da cui è difficile districarsi.
Lo scrittore:
Andrea Napoli è nato nel 1981 a Milano. Fin dall’età di quattordici anni ha cominciato a scrivere poesie per puro piacere. Durante gli anni del liceo si è sempre più interessato alla poesia, prendendo spunto dai poeti maledetti francesi per poi cambiare il suo stile con versi ermetici.
Ha studiato filosofia alla statale di Milano ed è in quel periodo che ha scritto i suoi primi racconti che, essendo autoreferenziali e personali, più che descrivere qualcosa, erano una sorta di sfogo e di ricerca interiore. Non ha mai pensato di pubblicare nulla, né tanto meno leggere le poesie e i racconti ad amici o parenti. Scrivere era la sua ancora di salvezza al mondo circostante.
Fin quando gli è nata l’idea di “Gangstamilano: Chi sbaglia paga”, il suo romanzo d’esordio.

Commenti

  1. Senza parole molto bella e intensa

  2. Grazie! E’ una Milano che corrisponde alla mia visione, cruda e fredda.

Se vuoi... commenta