Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | December 15, 2017

Torna su

Alto

2 Commenti

Carla Vistarini – Città sporca

| On 26, Feb 2013

Il libro:
Editore IoScrittore
Anno 2013
166 pagine – ebook

La trama:

Hotel Paradise, stanza 523: una ragazza seminuda giace sul pavimento in posizione innaturale, morta.
La camera non era stata presa da uno qualunque, ma da un politico, uno che si è intossicato con i giocattoli da onorevole. Il portiere di notte gli aveva procurato la ragazza, ma qualcosa è andato storto..e ora la preoccupazione maggiore è far sparire il cadavere.
A questo ci penserà Giovanni, un uomo che aveva fatto dell’auto la sua casa, dopo aver perso il lavoro in un supermercato. Qualche soldo in più gli faceva comodo, ma quel lavoro sporco proprio non lo voleva fare, anche se alla fine il portiere riesce a convincerlo.
Ma il poveraccio non sa ancora a quanti guai andrà incontro, costretto a scappare da maldestri sicari che vogliono togliere di mezzo un testimone scomodo. Oltretutto, sembra che il corpo della ragazza sia scomparso.
Giovanni non sarà solo, poiché i personaggi che lo affiancheranno saranno preziosi ancorché assurdi: una cantante in là con gli anni – ormai dimenticata – un paparazzo che cerca il servizio del secolo, un infermiere egiziano dal carattere un po’ irascibile e una suora dai risvolti inaspettati.
A ricondurre le fila dell’indagine, ci sarà l’ispettore Gaetano Curreri – detto Tano – poliziotto disilluso dalla vita e dal lavoro, speranzoso di poter cambiare – nel suo piccolo – un paese che appare sempre più simile a una discarica. Come il colpo di vento fresco che non t’aspetti, che spazza via lo sporco della città in una sola notte.
Ma quanto mi sono divertita a leggere questo libro? Una sequela di scene esilaranti, nella quale fa da contraltare un omicidio: una ragazza trovata morta in un albergo. Da questo tragico evento, vengono coinvolti tanti personaggi – ciascuno di loro marcatamente caratterizzato – a cominciare dall’operaio Giovanni Marini, disoccupato, che dormiva in una macchina da poco e pagati gli alimenti non restava niente. Sperava solo che la moglie lo riprendesse presto in casa e adesso invece scopriva che al peggio seguiva l’inferno. La classica persona che si trova nel posto sbagliato al momento sbagliato, così come gli altri suoi “compagni di sventura”, tutti ad occupare un ruolo che proprio non si addice loro. 
C’è la ex cantante di successo, che cerca il modo di tornare nuovamente in auge e c’è Tano Curreri, ispettore di polizia,  che nella vita ne aveva viste troppe e il suo desiderio, ogni tanto, era quello di buttarsi in fondo al buco più lontano del mondo e fare finta di non essere mai nato.
Una trama bilanciata, quella di Carla Vistarini, che so essere al suo esordio letterario con questo romanzo, ma che saprà conquistare i lettori con la sua leggerezza e la sua capacità di sdrammatizzare anche le scene più forti. Lettura davvero piacevole.
La scrittrice:
Da tempo sceneggiatrice, autrice di canzoni, televisione e teatro. Finalista a IoScrittore di Gems, ha un sito  molto esaustivo dove potrete approfondire le informazioni su di lei:  
http://www.carlavistarini.com/

Commenti

  1. Letto dopo aver visto questa recensione: grazie!

  2. Grazie a te di essere passato/a da queste parti!

Se vuoi... commenta