Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | July 21, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Alberto Custerlina – All’ombra dell’impero

| On 18, Set 2013

custerlinaAl Custerlina è nato e vive sull’orlo dei Balcani (Trieste).
Classe 1965, si occupa di formazione, e-learning e consulenza informatica. Ama leggere, fotografare, ascoltare musica e sa cucinare abbastanza bene. E’ stato speleologo e alpinista. Ora, quando c’è la neve va in snowboard, altrimenti in mountain bike. Adora le condizioni meteo difficili, le sfide impossibili e le situazioni ingarbugliate. Nel 2009 è stato uno dei tre finalisti al Premio Camaiore di Letteratura Gialla con il romanzo Balkan Bang!, la sua opera prima uscita in libreria alla fine del 2008. Mano nera, il suo secondo romanzo, è uscito il 6 luglio 2010 per Baldini Castoldi Dalai editore. Il terzo romanzo, Cul-de-sac, è uscito il 20 settembre 2011, sempre per Dalai editore.
Giuseppe Genna l’ha definito un “potenziale agente mutageno del thriller internazionale, una delle scommesse già vinte del noir nostrano, sulla scia che va tracciando da anni Alan Altieri”.
(biografia tratta dal suo profilo su Facebook)
Qui l’intervista che ho realizzato: Intervista Alberto Custerlina. Qui la recensione di Cul-de-sac.

Il 19 settembre 2013, per la Dalai Editore, esce il nuovo romanzo di Al, intitolato “All’ombra dell’impero”, Episodio I – Il segreto del Mandylion (disponibile anche in ebook), del quale vi propongo la trama:

Trieste, primavera del 1902. Il ricordo dei fatti di sangue seguiti al primo sciopero operaio dell’Impero asburgico è ancora vivo nella mente della cittadinanza. A pochi giorni dalla revoca dello stato d’assedio proclamato dal governo di Vienna, un sottufficiale dell’esercito viene trovato morto e sfigurato in un vicolo. Intanto, una preziosa reliquia cristiana, il Mandylion, viene rubata, perduta e infine ritrovata da Davorin, un ragazzino di dodici anni che in seguito a ciò pare acquisire strani poteri.
Anton Adler, padrino di Davorin nonché commissario di Polizia, e il suo amico Artan Hagopian, mercante di cineserie e legittimo custode della reliquia, si lanciano alla ricerca degli assassini del militare, intuendo il legame tra l’omicidio e il furto. I due diventano così i protagonisti di un’avventura che affonda le radici nel tempo di Gesù, nella Cina coloniale e nel cuore occulto dell’Europa.
A complicare l’indagine, entra in scena il maggiore Ettore Gortan, un ufficiale molto in vista che ha qualcosa da nascondere, e nel momento in cui tutte le tessere del rompicapo sembrano andare al loro posto, un uomo temibile riemerge dal passato.
Tra oscure minacce celate nell’ombra, ingegnosi inganni e tensioni politiche che rischiano di far esplodere l’Impero asburgico, Adler, Hagopian e il giovane Davorin affronteranno le loro paure e vedranno le loro convinzioni vacillare, fino a un gran finale che rivelerà un nemico inaspettato e letale.

Se vuoi... commenta