Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | June 24, 2017

Torna su

Alto

0 Commenti

Vincent Kliesch – Il profeta della morte

| On 09, Dic 2013

Editore BookSalad Collana Angst
Anno 2013
360 pagine – ebook
Traduzione di Anna-Sophie Grashofer

IlProfetaDellaMorteGli occhi dei bambini sono cristallini come l’acqua dei  laghi di montagna sul fondo dei quali sonnecchia un mostro. Quale mostro sonnecchia sul fondo del tuo lago?
Berlino. L’ispettore Julius Kern e il suo collega Meisner si ritrovano a dover indagare su alcune morti sospette. Un uomo avvelenato dalla moglie, la quale si impicca nel suo appartamento dopo l’omicidio. Uno strano messaggio ricevuto dalla donna – un’ubriacona che si era sposata con un idiota asociale – che diceva: “Fra tre giorni avrai avvelenato tuo marito e ti sarai impiccata.”
Sembra che l’autore del biglietto sia un certo Nostradamus, che riporta alla memoria di Kern il suo acerrimo nemico: Tassilo Michaelis, visto che a distanza di pochi giorni dalle due morti, lo stesso ispettore riceve un biglietto: “Fra tre giorni avrai ucciso Tassilo o potrai dire addio alla tua famiglia.”
Tassilo era un assassino, ma tra lui e Kern c’era una sorta di rispetto reciproco, pur essendo ai lati opposti della barricata. Quasi “amici” nella lotta tra il bene e il male, Tassilo sembra essere il Profeta della morte e Kern teme per la sua famiglia, mentre il tempo – tiranno – la fa da padrone..
Primo romanzo di BookSalad, una giovane casa editrice in espansione, che deve il suo nome ad un fatto curioso che vi consiglio di leggere direttamente dal sito.
Vincent Kliesch non è un novellino in fatto di scrittura, anche se in realtà il primo romanzo pubblicato in Italia è questo.
Un thriller ben scritto, nel quale – una volta tanto – non vi è una netta distinzione tra buoni e cattivi, in cui il protagonista – una volta tanto – è un assassino e non il poliziotto. Un personaggio, quello di Tassilo, imprevedibile e poco paziente alle critiche che i clienti del suo ristorante rivolgono ai suoi piatti. Un uomo che è risultato di uno sviluppo caratteriale. Il suo linguaggio, le sue maniere, la sua cultura. Il modo in cui tratta  le persone. Deriva tutto da un modello di base. E anche se provasse a deviare da quel modello, non resisterebbe a lungo, perché non sarebbe disposto ad accettare le condizioni che ne conseguirebbero.
Tassilo ha un suo codice d’onore, seppur senza seguire alcuna regola sociale.
Julius Kern farà fatica a seguire le sue tracce e per questo si farà aiutare da ogni persona che in qualche modo lo abbia conosciuto e Vincent Kliesch ci condurrà in luoghi di cui neanche immaginiamo l’esistenza.
Una scrittura pulita e affilata. Un romanzo che riuscirà a stupire fino alle ultime pagine.
Consigliato.


Lo scrittore:
Vincent Kliesch è nato nel 1974 a Berlino. Il suo primo romanzo, Die Reinheit des Todes, pubblicato nel 2010 ha avuto un immediato successo di critica e pubblico. Anche i successivi thriller sono stati dei bestseller. Der Prophet des Todes (Il profeta della morte, che pubblica in Italia con Booksalad) è il libro che lo ha definitivamente consacrato, permettendogli di  far conoscere al grande pubblico il commissario Julius Kern e il suo perfido e geniale avversario Tassilo Michaelis.

 

 

Se vuoi... commenta