Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | December 17, 2017

Torna su

Alto

Rosa Cerrato – La coda della lucertola. Che Natale, Nelly Rosso!

| On 19, Apr 2014

Editore Rosa Cerrato
Genere Gialli e Thriller
Anno 2014
371 pagine ebook

Schermata 2014-01-08 a 19.22.35Un delitto “di ordinaria amministrazione” in un misero appartamento del centro storico genovese, forse un tentativo di rapina andato male, e una vittima insignificante: Adelchi Bonaventura, impiegato del catasto in pensione. E da un giorno all’altro il commissario Nelly Rosso si trova coinvolta in uno dei casi più complessi e misteriosi della sua carriera, al centro di intrighi internazionali, mentre nuovi delitti si susseguono e un numero sempre maggiore di personaggi compare sulla scena.
Le indagini la portano in Germania e a Venezia, a caccia di un fantasma, Drago, l’inafferrabile capo di un’organizzazione criminale internazionale. La vita di Nelly quella dei suoi colleghi e collaboratori e di molti personaggi della Genova bene e di quella che si muove nell’ombra dei vicoli verrà trascinata e sconvolta nel vortice degli avvenimenti.
Alle fine per Nelly, e non solo per lei, niente sarà più come prima.

Da genovese di adozione , non potevo farmi sfuggire questo bel noir mediterraneo, che mi ha proiettata nel cuore di una città che ho imparato, nel tempo, a conoscere e ad amare.
Dopo Morchio ed il suo Bacci Pagano, questa è la prima storia”genovese” che mi cattura veramente , non solo per l’ambiente in cui si svolge, ma per la protagonista , il commissario Nelly Rosso.
Donna tosta, la nostra.
Single, con un figlio già grande e travagli amorosi che intercalano piacevolmente la parte gialla del romanzo.
Mi ricorda , per qualche verso, una poliziotta simile , ma calata in un’altra realtà, quella americana: Liska, la protagonista dei romanzi di Tami Hoag.
E’ una storia lunga e bene articolata, che parte con un delitto abbastanza comune: l’ucciso è Adelchi Bonaventura, un pensionato del catasto, che si rivela poi usuraio e molto altro…
Ma contemporaneamente “parte” anche un’altra storia, che affonda le sue radici nel passato: la donna di una nota e ricca famiglia genovese partorisce due gemelli identici in una clinica e poco dopo uno dei due viene misteriosamente rapito. Non sarà mai più trovato.
Nell’indagine per l’omicidio del vecchio usuraio, Nelly Rosso si ritrova ad intrattenere rapporti ( neppure troppo cordiali) con questa famiglia, e ben presto si accorge di quanto i suoi membri siano immischiati in modo ambiguo in tutta la vicenda.
La ricerca del colpevole- o dei colpevoli? – non sarà facile e non risparmierà le persone coinvolte. Altre morti per Nelly Rosso, quindi, su cui indagare.
Non manca un po’ di intrigo internazionale -quel tanto che basta- e il personaggio del misterioso Drago avrà molta parte nel romanzo, contribuendo a renderlo più interessante.
Ultimo, ma non meno importante: Genova è una splendida co-protagonista .
Ci sono riferimenti, descrizioni di luoghi, situazioni..che mi hanno veramente toccato il cuore. Mi sembrava di “vivere “ la storia, di.. esserci dentro.
Vicenda, quindi, molto avvincente e lettura scorrevole. Scopro che questo è , non il primo, bensì il quinto della serie! Ci sono, come in altri polizieschi in serie che amo, dei personaggi a cui si fa riferimento, perché già conosciuti nei romanzi precedenti.
Peccato non averli letti nell’ordine, ma dopo La coda della lucertola, Nelly Rosso non mi sfuggirà: già prenotati.
Ecco la misura, più di ogni commento, di quanto io abbia gradito la lettura di questo piacevolissimo giallo!

Rosy

La scrittrice:
Rosa Cerrato ha studiato lingue e letterature straniere a Genova e si è diplomata grafico pubblicitario a Milano. Ha lavorato per alcuni anni come interprete e traduttrice, poi insegnato per anni tedesco nelle scuole superiori . È sposata e madre di tre figli. Scrive gialli di ambientazione prevalentemente genovese, ma non solo. Si divide tra Genova e la Val Fontanabuona.