Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | December 17, 2017

Torna su

Alto

Davide Longo – Il caso Bramard

| On 07, Mag 2014

_il-caso-bramard-1397439678Davide Longo (Carmagnola, 1971) è regista di documentari e autore di testi per il teatro e per la radio. Ha pubblicato i romanzi Un mattino a Irgalemì (Marcos y Marcos, 2001), Il mangiatore di Pietre (Marcos y Marcos, 2004), L’uomo verticale (Fandango, 2010), Ballata di un amore italiano (Feltrinelli, 2011), Il caso Bramard (Feltrinelli, 2014). Vive a Torino dove insegna scrittura presso la Scuola Holden di Baricco.

Per Feltrinelli Editore, Collana Narratori, nelle librerie dal 7 maggio 2014 e questa è la sinossi:
Il commissario Corso Bramard non esercita più da quando, quindici anni fa, un killer di cui seguiva le tracce ha ucciso e fatto sparire la moglie Michelle e la figlia Martina. Per lui, come suole ripetere, “non c’è nessuna vita adesso” ma coltiva, con lucida e quasi quieta determinazione, l’ossessione di trovare il suo nemico. Le montagne (quelle delle Alpi occidentali fra Piemonte e Francia) sembrano porgergli il clima di crudezza e silenzio che alberga dentro di lui. Gli amici di sempre sanno e fin dove possono collaborano, soprattutto il commissario Arcadipane che da anni tiene monitorate violenze non dissimili da quelle già note a Bramard, dove compaiono sempre lettere scritte con una Olivetti del 1972 e i versi di una canzone di Leonard Cohen. Poi un indizio fondamentale, e la presenza del nemico diventa voce, invito, appuntamento, sfida.