Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | November 19, 2017

Torna su

Alto

Don Winslow – La linea del fuoco

| On 10, Set 2014

Editore Einaudi Collana Stile Libero Big
Genere Thriller/Noir
Anno 2010
552 pagine – brossura con alette
Traduzione di Alfredo Colitto

978880620427GRAIl vento prende in braccio la fiamma come un’amante e la distende sull’erba secca. La fa volare sugli alberi e sui tetti.
Daziatnik Valesin e la Madre Russia. Nicky Vale e il sogno americano.
Lo stesso uomo, diviso tra le sue origini e le sue ambizioni. Disposto a uccidere, mentire, a vivere di espedienti, pur di avere una seconda opportunità. Lasciarsi alle spalle la miseria e recidere il cordone ombelicale che lo lega ad un passato scomodo e violento.
Voleva cavalcare l’onda del successo cominciando da zero, perché in America si può.
In California sei sganciato dal tempo e dallo spazio. Puoi affrancarti dai legami imposti dalla storia, dalla nazionalità, dalla cultura. Puoi liberarti di quel che sei per diventare quel che vuoi essere. Qualunque cosa tu voglia essere.
Anche Jack Wade cavalca l’onda, ma in sella a un surf e tra le onde dell’Oceano Pacifico. La sua routine è un tuffo nell’oceano al sorgere del sole, surf e doccia sulla spiaggia. Vestirsi con il kit che porta sempre nel baule della sua Mustang del ’66, mettere un vecchio nastro dei Challengers e correre al lavoro.
Jack è un ex poliziotto. Lavorava al dipartimento incendi, poi ha fatto l’errore di proteggere un testimone e lo hanno licenziato. Ora fa il perito di una Compagnia di Assicurazioni, la California Fire & Life. Fuoco e vita.
Protagonista indiscusso del romanzo è il fuoco e il suo linguaggio: netto, preciso, incontrovertibile. Ogni movimento del fuoco ha una ragion d’essere e il compito di Jack Wade è quello di tradurre i suoi gesti, senza farsi ingannare dalle sue ceneri.
Sono come due vecchi amici, che anche senza parlarsi si capiscono. Lo fa da dodici anni e ogni volta deve cercare di scoprire cosa è successo prima che la scena si raffreddi. In senso letterale. Perché ci sono sinistri e sinistri.
La sua patetica vita consiste nel setacciare le ceneri delle vite altrui, cercando di rimettere insieme quello che resta.
Di Pamela Vale rimane ben poco, bruciata nella stanza da letto della sua villa affacciata sugli Strands, zona incontaminata della Costa sud californiana. Pare che accidentalmente, dopo aver bevuto wodka, le sia caduta la sigaretta e sia partita la fiamma che ha devastato lei e un’ala della casa. Era bella, bionda, libera e felice. Fino a quando non è diventata la moglie di Nicky Vale.
Insieme alla donna e alla casa, sono bruciati mobili di pregio costosissimi e la California Fire & Life è preoccupata di dover sborsare una montagna di soldi.
E Jack Wade sente il fuoco sussurrargli. E il responso è inequivocabile..

Ancora una volta Don Winslow mi entusiasma, ancora una volta perdo le fermate del treno per proseguire con avidità ogni singola azione del romanzo. L’abilità di questo scrittore, come del resto ho riscontrato ne “Il potere del cane”, è quella di mettere in scena uno spettacolo nel quale coinvolge molti attori e nessuno ricopre il ruolo di comparsa. Ogni personaggio costituisce la tessera di un puzzle e state certi che non vi ritroverete alla fine del disegno senza averle incastrate tutte.

Un grande maestro della letteratura, che fa crollare il sogno americano come un castello di carte semplicemente con un soffio. La California, da sempre dipinta come paradiso di spiagge assolate, nasconde in realtà una ramificazione contorta di corruttori, corrotti, criminali, tutti felicemente a braccetto.
Lavoro in una Compagnia di Assicurazioni e, devo dire, l’approccio che ho avuto al romanzo è stato anche da un punto di vista tecnico e mi sono trovata spesso a immaginare la stessa situazione proposta da Winslow, vista da “dentro”.
Saranno i grandi spazi, saranno gli avvocati, ma di richieste di risarcimento multi-milionarie in Italia se ne vedono di rado (fortunatamente, direi!). In quanto a corruzione, credo siano in pochi a superarci..in compenso in America tutto è dilatato: gli spazi, i cibi, gli incendi, i serial killer. E se c’è da fottere qualcuno, stai sicuro che lo farà in grande.
L’importante è che il sogno americano non diventi un incubo a occhi aperti.
Romanzo magistrale.


Lo scrittore:
Don Winslow, ex investigatore privato, uomo di mille mestieri, è autore di undici romanzi, che lo hanno consacrato come nuovo maestro del noir. Einaudi Stile libero ha pubblicato finora L’inverno di Frankie Machine (ultima edizione «Super ET», 2009), diventato un vero e proprio caso letterario, Il potere del cane, La pattuglia dell’alba, La lingua del fuoco e, nel 2011, Le belve, da cui Oliver Stone ha tratto l’omonimo film. Nel 2012, sempre per Einaudi Stile libero, è uscito I re del mondo, prequel de Le belve; nel 2013, Morte e vita di Bobby Z.