Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | February 18, 2018

Torna su

Alto

H. P. Lovecraft – Il caso di Charles Dexter Ward

| On 08, Dic 2014

_il-caso-di-charles-dexter-ward-1417541995Scritto nel 1927 dal famoso scrittore americano H. P. Lovecraft ma pubblicato solo nel 1941 , Il caso di Charles Dexter Ward (The Case of Charles Dexter Ward) è un romanzo fantastico horror.
Da questa opera apparsa in versione abbreviata in due puntate sulla rivista Weird Tales quando lo scrittore era ormai scomparso (1937), è stato tratto il film La città dei mostri del 1963, diretto da Roger Corman e interpretato da Vincent Price.

Ora viene rieditato dalla casa editrice BUR Rizzoli e vi riproponiamo la sinossi:

Quali strani rumori, voci e odori provengono dal laboratorio di Charles Dexter Ward? A cosa è dovuto l’inquietante cambiamento in atto nel suo corpo? Perché i suoi lineamenti sono precocemente invecchiati, la voce è divenuta roca, la grafi a ricorda quella di un uomo morto ormai da secoli? Cosa significano le litanie simili a formule magiche che Charles costantemente ripete? Si tratta davvero di pazzia come molti sostengono? Il Dr Willet, medico di famiglia, viene chiamato a indagare sul caso e a ricomporre i vari tasselli di un intricato puzzle che sembra avere radici nella passione del protagonista per il lontano passato. Il caso di Charles Dexter Ward è tra le opere migliori di Lovecraft per il suo potere suggestivo ed evocativo e per la capacità di risvegliare nel lettore paure ancestrali.

“Lovecraft, autore cupo come l’animo dei suoi eroi, crea un’atmosfera desolata intorno alle esperienze del giovane Charles. in questo romanzo il tempo è solo una finestra che si spalanca per lasciare tornare il passato.
Charles è un brillante studente la cui fame di conoscenza è tale da renderlo un moderno Faust e proprio come lui, che ha venduto la sua anima per il sapere, anche Charles capirà che la sua smania non lo porterà alla pace.
Nelle sue ricerche Charles troverà gli studi di un uomo, Joseph Curven, assassino e necromante. saranno questi studi a spalancare le porte del tempo e della morte. Gli scritti di Curven ci portano nei meandri della mente e dell’animo, dove non si è al sicuro, dove lui ci farà vivere nell’incubo.
Lentamente Lovecraft fa addentrare il lettore nei meandri dell’inferno, in sotterranei dove il male striscia e ringhia.

In questo romanzo troviamo tutti gli elementi tipici di Lovecraft, dal tempo all’oblio, dai demoni alla corruzione dell’anima. L’universo lovecraftiano si basa sull’idea di male trascendente, emanato da creature immonde e atre pronte a ghermire e corrompere gli uomini, uomini che non potranno sfuggire ad esse. “

Lo stile, anche se quasi privo di dialoghi, affascina e non annoia. Le descrizioni al limite del grottesco trasportano nel New England di inizio secolo e nei suoi oscuri recessi.