Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | November 19, 2017

Torna su

Alto

Luana Lewis – Non ti avvicinare

| On 02, Mag 2015

Editore Longanesi – Collana La Gaja scienza
Anno 2015
Genere Thriller
322 pagine – ebook
Traduzione di M.C. Pietri

non-ti-avvicinare-672x1024

Agorafobia è la sindrome di cui soffre Stella,  la sensazione di paura o grave disagio che un soggetto prova quando si ritrova in ambienti non familiari , temendo di non riuscire a controllare la situazione che lo porta a desiderare una via di fuga immediata verso un luogo da lui reputato più sicuro.

Il luogo sicuro per Stella è Hilltop, la casa in cui vive con Max, in seguito al loro matrimonio.
Stella deve proteggersi, ha innalzato attorno a sé delle mura invalicabili, ha subito una violenza che inevitabilmente l’ha profondamente segnata. Violenza subita durante lo svolgimento del suo lavoro. E’ una psicologa, lavora presso la clinica gestita da Max, si occupa di redigere relazioni nei casi di affidamento e proprio seguendo uno di questi casi incrocerà il suo destino con colui che le infliggerà la terribile violenza. Non potendo più affrontare il lavoro considerato il suo stato di shock, Max ospiterà Stella a casa sua sottoponendola anche ad una cura farmaceutica di cui Stella non potrà più fare a meno se vuole affrontare le sue giornate e le sue notti. Il loro avvicinamento sfocerà nel matrimonio e nel trasferimento in una nuova casa. Casa che rappresenta per Stella un vero e proprio bunker nel quale nascondersi, lei ha allontanato tutto e tutti, ha il terrore di uscire e continua a farsi aiutare ancora dalle medicine.
Una fredda sera di dicembre una ragazzina, Blue, suonerà alla porta di casa di Stella che, inizialmente, non ci pensa proprio a farla entrare, è sola in casa, Max è fuori per lavoro e tornerà molto tardi, figurarsi se fa entrare un’estranea in casa se pur ragazzina. Ma Blue non va via, è infreddolita, è vestita in maniera alquanto leggera e continua ad insistere, vuole entrare.
E Stella acconsentirà. E da quel momento niente sarà come prima.
Blue vuole vedere e parlare con Max e vuole conoscere Stella, sua moglie.
Ma Max non c’è e allora la loro casa diventerà lo scenario delle scontro tra loro due, alternando momenti di forte rabbia a momenti in cui la ragazzina mostrerà tutta la dolcezza e la tenerezza di un’adolescente indifesa ed impaurita.
E Blue piano piano le svelerà le terribili vicende accadute tra lei e Max, vicende che mai e poi mai Stella avrebbe immaginato e che le faranno crollare il mondo addosso.
Stella impaurita e con tutti i dubbi che le affollano la mente, contatta un suo vecchio amico, Peter, un poliziotto, al quale chiede di informarsi circa la scomparsa di una ragazzina, appunto Blue.
E Peter raggiungerà entrambe e ricostruirà, in seguito alle rivelazioni di Blue e a quello che è accaduto a Stella, con la sua stessa amica un quadro devastante che fa di Stella e Blue due vittime, due vittime con un destino incrociato.
Quando Max rientrerà a casa Stella chiederà conto di tutto a suo marito, deve sapere, deve capire.
L’autrice del libro, Luana Lewis, è una psicologa clinica e per forza di cose trasferisce tutto il suo bagaglio di conoscenze e professionalità nella storia, ne fa una rappresentazione precisa e veritiera, descrive gli avvenimenti che hanno segnato Stella e Blue, facendo sì che il loro destino si incroci e i pezzi del puzzle vadano ad incastrarsi fino a dar vita ad un contesto fatto di paure, angosce, violenze.
Non è facile per niente guarire le ferite e ricucire gli strappi causati dalla violenza subita.
L’anima non è un vestito strappato sul quale intervenire semplicemente con ago e filo.
Ci vuole tempo, tempo e pazienza e tutto l’aiuto possibile per ricominciare a vivere davvero, per scardinare la serratura e abbattere le mura di protezione.
Scriverne come ha fatto l’autrice aiuta a riflettere sul mondo che ci circonda, a pensare che il nemico può essere ovunque e può prendere la forma di chi meno ti aspetti, che tante sono le fragilità da affrontare e guarire.

Le pagine scorrono velocemente con frequenti salti nel tempo necessari a descrivere al lettore chi e che cosa ha portato Blue a suonare alla casa di Stella e chi e che cosa ha tanto segnato la vita di Stella.
Se prediligete i thriller a sfondo psicologico “Non ti avvicinare” dovrebbe soddisfare la vostra curiosità ed accontentare i vostri palati letterari.

Cecilia Dilorenzo


La scrittrice:
Luana Lewis nata nello Zimbabwe, è una psicologa clinica specializzata nella cura di stati d’ansia, depressione e stress post-traumatico. Ha condotto ricerche a Johannesburg sui sopravvissuti alle violenze, con particolare attenzione alle donne e ai minori. Vive nel Buckinghamshire con la sua famiglia.