Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | February 19, 2018

Torna su

Alto

La passione per il delitto – Libri e autori tra giallo e noir. XIV edizione

| On 08, Ott 2015

coverIl festival di narrativa La Passione per il delitto, giunto con successo alla sua 14^ edizione, offre quest’anno una due giorni no stop – sabato 10 e domenica 11 ottobre – di incontri letterari, musica, arte, fotografia, cucina e didattica all’insegna della contaminazione, nel centro espositivo e congressuale Lariofiere di Erba.

Il Festival è una delle manifestazioni dedicate alla narrativa di genere più longeve in Italia, la cui prima edizione risale al 2002. Per raccontarlo in numeri, 550 sono gli ospiti che hanno presenziato nelle tredici edizioni passate, oltre 40.000 le presenze di pubblico, 230 incontri complessivi con autori italiani e stranieri, 60 laboratori per bambini, 13 mostre d’arte con più di 100 artisti coinvolti. Una storia importante che testimonia l’interesse, ancora forte, per il genere letterario noir e poliziesco che richiama ogni anno numerosi appassionati.

Il programma dell’edizione 2015 parte come sempre sulla centralità delle opere letterarie di genere, pubblicate in Italia nell’ultimo anno, attraverso incontri con autori di notorietà nazionale. Ma non solo. Oltre alle presentazioni, sono previsti eventi e iniziative capaci di dare la dimensione del festival.

L’edizione 2015 si apre sabato 10 ottobre alle ore 10 con una novità assoluta per il festival: un corso di formazione della durata di due ore, a partecipazione gratuita fino a esaurimento posti, per giornalisti valido per l’ottenimento dei crediti formativi obbligatori. Le iscrizioni, per i giornalisti, devono essere fatte attraverso la piattaforma Sigef. Il corso, “ Scrivere cronaca, scrivere fiction. Linguaggi a confronto”, si focalizza sulle differenze lessicali e narrative analizzate da due punti di vista differenti e quasi opposti, partendo da un identico fatto o situazione. Trame prese dal reale, tra licenze narrative e credibilità romanzesca. Il corso vede, come relatori, Piero Colaprico, Elisabetta Bucciarelli e Massimo Cassani. La partecipazione è estesa anche ai non giornalisti interessati a questo tema.

Pausa pranzo con risotto giallo per tutti e a seguire, alle ore 14, un corso di scrittura sviluppato su due format consecutivi. La prima parte sarà con Davide Pinardi, autore di sceneggiature per il cinema e docente di tecniche di narrazione e creatività testuale. Una lezione il cui obiettivo è di trasferire le tecniche per l’ideazione di un progetto narrativo (un romanzo, un film, un lavoro teatrale, ecc.) che non ricada nella banalità ma che sia, al contrario, originale.

Alle ore 15.30 la seconda parte, con Maurizio Matrone, scrittore e sceneggiatore dei più noti telefilm polizieschi italiani: propone un “atelier” sulle cover: esattamente come nelle cover musicali, fatta salva la melodia, si cambiano gli arrangiamenti, così nelle opere letterarie, salvata la struttura narrativa, si cambia l’ambientazione e, di conseguenza, il passo narrativo.

Il corso è gratuito con iscrizione obbligatoria a redazione@lapassioneperildelitto.it

Anche per gli amanti della cucina non mancano appuntamenti interessanti, soprattutto quest’anno che Lariofiere figura tra i partner di Expo 2015: alle ore 15 di sabato la chef Federica Camperi terrà il corso di cucina “Non è come sembra. Segue, alle ore 16.30, il corso  Il giallo e il nero: variazioni sorprendenti in cucina”, con Laura Rossi, ideatrice del sito dedicato al food “su misura”,  Pret à manger.

La prima giornata “formativa” del festival si chiude alle ore 17 con il corso “Leggere il corpo e la mente, false verità e bugie vere”. Un viaggio nel mondo della mente alla scoperta di pensieri, gesti e parole che interagiscono nella percezione del mondo e del modo di comunicare con gli altri. La menzogna si manifesta anche attraverso un linguaggio non verbale, così come senso di colpa per aver mentito, la paura di essere scoperti o la soddisfazione di averla fatta franca. Il corso è tenuto da Remo Bernardi, morfo psicologo specializzato in micro espressioni del volto, e Ipnosi Ericksoniana.

Anche in questo caso, i corsi sono a partecipazione gratuita, con iscrizione obbligatoria mandando una mail a redazione@lapassioneperildelitto.it.

Il pomeriggio di sabato si chiude alle 18.30 con l’aperitivo “giallo”, in omaggio al poliziesco.

La giornata di domenica 11 ottobre si apre alle ore 13.30 con un veloce pranzo e un brindisi di partenza con un piatto giallo/noir

Dalle ore 14 alle ore 19 i protagonisti del festival saranno gli scrittori che appariranno sul palco in ordine sparso accompagnati da letture fuori campo e musiche. Un format inedito rispetto alle scorse edizioni e alla classiche presentazioni, che vuol rendere il senso di dinamismo e di ricchezza che accompagna e caratterizza scrittura e lettura.

La giornalista Chiara Beretta Mazzotta modera il dialogo a tre voci tra Massimo Cassani che presenta “Soltanto Silenzio” (Tea), Bruno Morchio con “Il testamento del greco” (Rizzoli), Maurizio Matrone con “Marco Palmezzano” (Disegnograve). Cecilia Scerbanenco dialoga con Patrick Fogli che presenta “Io sono Alfa” (Frassinelli). E, ancora, il critico musicale Franco Bergoglio intervistato dal giornalista ed esperto di musica Maurizio Pratelli presenta, con più interventi nell’arco del pomeriggio, il libro “Sassofoni e pistole. Storia delle relazioni pericolose tra jazz e poliziesco”(Arcana). L’incontro sarà accompagnato dalle musiche di Lavizzari – Casati Jazz Duo. Elisabetta Bucciarelli dialoga con Giorgio Bardaglio e presenta il suo ultimo libro “La resistenza del maschio” (Nn editore) e, a seguire, modera l’incontro con Giampaolo Simi autore di “Cosa resta di noi” (Sellerio). Valerio Varesi intervistato dal collega Patrick Fogli, presenta “Lo stato di ebbrezza” (Frassinelli).

La carrellata di autori continua, sempre in ordine di apparizione sparso con Fabio Deotto che presenta “Condominio R39” (Einaudi). Modera Marco Proserpio. Segue il dialogo a due, condotto da Giorgio Bardaglio, tra Vittorio Nessi con “In fuga dalla legge” (Mondadori) e Gianluca Bosio “La stanza dei dottori” (Ananke Lab).  Roberto Riccardi presenta il suo libro “La firma del puparo” (Ananke Lab) intervistato da Marco Proserpio.  L’autore esordiente Aldo Pagano presenta il libro fresco di stampa “La trappola dei ricordi” (Todaro). Modera Katia Trinca Colonel. E, ancora, Manuela Lozza dialoga con Paolo Moretti e presenta “La milanesa e l’amica immaginaria” (Happy Hour Edizioni). Con Chiara Beretta Mazzotta, Cecilia Scerbanenco parlerà di alcuni aneddoti della vita di suo padre, Giorgio ScerbanencoNicoletta Sipos dialoga con Elena e Michela Martignoni del libro “Il duca che non poteva amare” (Mondadori).

Altra novità del festival è il concorso “La mia passione è…”: i partecipanti, rigorosamente provenienti dal pubblico, saranno chiamati a pensare e leggere una frase che esprime il concetto di passione a 360 gradi. Sarà votata dalla platea per stabilire qual è l’idea di passione più fulminante. I vincitori riceveranno premi in libri.

Modera la gara Eugenio Canton.

La quattordicesima edizione del festival si chiuse alle ore 19 con risotto rigorosamente giallo per tutti.