Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | November 24, 2017

Torna su

Alto

Emilio Martini – I racconti neri del commissario Berté

| On 28, Feb 2016

12773205_1674143696185742_890305053_oAbbiamo imparato a conoscere la scrittura di Emilio Martini attraverso i suoi precedenti romanzi, Farfalla nera, Chiodo fisso e La regina del catrame, editi da Corbaccio e Doppio delitto al Grand Hotel Miramare, pubblicato da Timecrime, tutti recensiti da questo blog.

Di Emilio Martini non si sa praticamente nulla, avvolto in un alone di mistero dietro lo pseudonimo con il quale firma le sue opere, in omaggio a Emilio Salgari per il nome proprio e per un prodotto italiano di valore per il cognome, forse per dare più importanza alla scrittura che alla persona.

Ora lo scrittore ci riprova, in attesa di leggere ancora le avventure del commissario Gigi Berté (previsto per  maggio 2016), con una serie di racconti in formato ebook – nuovamente per Corbaccio – già acquistabili on line sui principali distributori. Li leggeremo per voi, ma nel frattempo vi lasciamo alla sinossi:

La rabbia. Quella quiescente e corrosiva, quella che le menti deviate non riescono a controllare. Cova come brace ardente in donne e uomini all’apparenza normali, e si riaccende improvvisa, liberando il loro istinti repressi e inconfessabili, trasformandoli da vittime in carnefici. La follia esasperata e latente è il tema dei racconti neri, crudi, surreali, eppure possibili scritti dal commissario Gigi Berté: sono il suo tentativo di esorcizzare il male e il suo sinistro fascino, trasformando il reale in creazione letteraria. La metropoli fa da sfondo a queste situazioni impreviste e violente, forse ne è anche la causa scatenante perché non concede sconti agli ingenui, ai deboli e agli alienati. Chiusi nella loro solitudine interiore, i personaggi di Berté scelgono la via del crimine.
La copertina si riferisce alla Stazione Centrale di Milano, meravigliosa architettura opera dell’architetto francese Luis Jules Bouchot,

Qui il booktrailer: