Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | November 22, 2017

Torna su

Alto

Jo Nesbo – Sole di mezzanotte

| On 03, Mar 2016

_sole-di-mezzanotte-1456194310Jo Nesbø è nato a Oslo nel 1960, da una famiglia di scrittori, lettori e cantastorie.
Prima di abbracciare il suo destino e diventare il piú grande autore di crime norvegese si è cimentato in mille mestieri. Ha giocato a calcio nella serie A del suo paese, ha lavorato come giornalista freelance, ha fatto il broker in borsa. Cantante e compositore, si esibisce tutt’oggi regolarmente con la band norvegese dei Di Derre. I suoi libri spaziano dal giallo alla letteratura per l’infanzia, con esiti geniali. Della serie con protagonista l’ispettore Harry Hole, presso Einaudi ha pubblicato: Il leopardo, Lo spettro, Polizia, Il pipistrello, Scarafaggi, Nemesi, Il pettirosso e La stella del diavolo. Per Einaudi sono usciti anche i thriller Il cacciatore di teste, Il confessore e Sangue e neve. I suoi libri hanno venduto oltre nove milioni di copie.

Per Einaudi Editore e nelle librerie da marzo 2016, il nuovo romanzo di Nesbo intitolato Sole di mezzanotte:

Molto buio in inverno e molta luce in estate caratterizzano i paesaggi più estremi del nord della Norvegia. Una luce accecante accompagna così lo strano viaggio di Jon Hansen in Sole di mezzanotte di Jo Nesbo. E’ l’agosto del 1977 e questo uomo coperto di vestiti consunti giunge a Kasund, un villaggio sperduto. Jon dice a tutti di chiamarsi Ulf e di essere un cacciatore. Si cela dietro una falsa identità per una motivazione molto semplice: è un fuggitivo e non vuole essere trovato. Nella strana comunità immersa nella contea di Finnmark, in cui giunge, non gli fanno troppe domande. Sono bizzarri da quelle parti e Jon lo sa, per quello ha scelto quel posto sperduto e quella gente un po’ chiusa e un po’ misteriosa per nascondersi. Nella capanna di caccia di Kasund, il fuggitivo trova pace e ospitalità, ma sa che anche quel paradiso è costretto a durare davvero poco. A Oslo è iniziata la caccia all’uomo e quell’uomo è proprio lui. Nella capitale norvegese, Jon era uno spacciatore di hashish e di acidi e per necessità. Per paura e per stanchezza ha tradito i vertici della grande organizzazione criminale di cui faceva parte. Ora però sono già sulle sue tracce. Per poco tempo troverà un po’ di pace e in quel breve lasso di tempo il protagonista di Sole di mezzanotte riuscirà a trovare la redenzione, a scovare assolati momenti in cui ritrovare se stesso e la pietà per il prossimo. Prima dell’inizio della fine.