Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | February 19, 2018

Torna su

Alto

Alessandro Bongiorni – Niente è mai acqua passata

| On 01, Giu 2016

indexAlessandro Bongiorni è nato a Milano nel 1985, e ben presto si è rivelato per quello che è, ossia uno dei più promettenti giovani talenti del “noir” italiano. Il suo primo romanzo infatti, Capitale mortale, è stato pubblicato nel 2009, e a questo sono seguiti Se tu non muori (2011), e La sentenza della polvere (2014), il romanzo che lo ha rivelato al grande pubblico. Tutti i suoi libri sono ambientati a Milano.

Per la casa editrice Frassinelli, il nuovo romanzo di Alessandro Buongiorni in uscita nelle librerie dal 14 giugno 2016 di cui vi riporto la sinossi:

“Le ragazze erano statue ghiacciate, i marciapiedi banchi da esposizione.
Le macchine sfilavano lente.
Viale Sarca era desolato e interminabile.
Carrera si accostò alle auto parcheggiate. Proseguì a
passo d’uomo guardando dentro ogni abitacolo, fece
inversione e controllò l’altro lato della strada.
Tornò indietro e si immise nella via perpendicolare.
Era da una settimana che passava le sue serate così.
Di lei, però, nessuna traccia.. Scomparsa.”

Il vice commissario Carrera è fatto a modo suo.

Avrebbe potuto fare molta strada, dentro la questura di Milano, se solo fosse stato capace ogni tanto di tacere, di accettare qualche compromesso, di scegliere le indagini “giuste”. Ma non sarebbe stato Rudi Carrera.

E non è certo un’indagine “giusta” quella in cui si è lasciato coinvolgere dopo aver salvato una giovane prostituta da uno stupro. «A chi vuoi che gliene freghi di qualche puttana», gli ripetono un po’ tutti.

A Carrera gliene frega.

E gliene frega anche a Beppe Modica, da quando sua figlia è scomparsa nel nulla, da quando ha capito che la fine più probabile è che sia stata rapita dal racket della prostituzione, da quando ha iniziato a cercarla, tutti i giorni, tutte le notti, per anni.

Ma il racket della prostituzione, a Milano, è una brutta cosa: la criminalità albanese, legata da regole antiche e cattive, “tiene” il territorio metro a metro, e lo fa con violenza, con ferocia, con moltissimi soldi, e con il massimo disprezzo della vita: quella delle ragazze che umiliano, violentano e vendono, e quella di chi – come Carrera, come Beppe Modica – cerca di ostacolarli. E infatti il prezzo che Carrera dovrà pagare, per essersi infilato in questa storia, sarà davvero altissimo.

Alessandro Bongiorni conferma con questo nuovo romanzo tutto il suo talento. Niente è mai acqua passata è nello stesso tempo una storia che non molla mai il lettore, resa davvero viva da personaggi memorabili, e uno sguardo tagliente che scruta le nostre notti, quello che succede nelle nostre città quando noi andiamo a dormire.