Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | August 20, 2017

Torna su

Alto

Mikel Santiago – La strada delle ombre

| On 26, Lug 2016

Editore Nord Collana Narrativa Nord
Anno 2016
Genere Thriller
378 pagine – ebook e cartonato
Traduzione di Patrizia Spinato

_la-strada-delle-ombre-1458429862Chuks non rispondeva al telefono da giorni. Gli era successo qualcosa? Questo si chiedeva il suo amico di sempre Bert. Suonavano insieme nei pub di Londra da quando erano due ragazzi imberbi alla ricerca del successo, prima che Chucks da stella del rock fosse stato inghiottito dall’alcol e dalla depressione. Bert, invece, era riuscito a scampare per un soffio, anche se la sua dipendenza dalle pasticche aveva ripreso a farsi viva da quando stava cercando di scrivere il suo secondo romanzo. Il primo era riuscito a scalare le vette dei bestseller, ma per il successivo gli mancava completamente l’ispirazione.
Così la scelta di trasferirsi nel sud della Francia, nel paesino di Saint Remy e provare a ripartire da zero con le rispettive vite.
Il silenzio da parte di Chucks non presagiva niente di buono e Bert decide di andarlo a trovare nella lussuosa villa in cui viveva. Trova l’amico spaventato e al limite del paranoico: gli confessa di aver investito un uomo il quale, in punto di morte, gli sussurra un’unica parola all’apparenza priva di significato.
Chucks riprende l’auto e scappa, terrorizzato delle conseguenze a cui sarebbe andato incontro, ma poi, preso dai sensi di colpa, ritorna sul luogo dell’incidente e non trova né il corpo né le tracce di sangue.
Bert non riesce a credergli, pensa che l’amico si sia inventato tutto sotto l’effetto di chissà quale cocktail di stupefacenti e alcol, ma quando viene trovato morto dentro la piscina e liquidato dalla polizia come un suicidio per aver condotto un’esistenza di eccessi, Bert non si dà pace.
L’amico non lo avrebbe mai fatto, stava anzi ideando una nuova canzone che lo avrebbe riportato agli splendori di un tempo. Inizia così una ricerca che comincerà proprio da quel corpo scomparso, facendo emergere orrori e ombre.
Mikel Santiago è stato etichettato come lo “Stephen King spagnolo” e tali titoli rischiano di creare delle aspettative nel lettore, che vorrebbero trovare un romanzo al pari di “It” o di “Shining”.
Ecco, non è così. Ma non perché Mikel Santiago non ne sia all’altezza, semplicemente perché l’autore spagnolo ha un suo personale stile. Fatemi dire che è giusto così, che ognuno ricerchi la propria strada e non sia per forza l’erede di..
Altrimenti si rischia di fare paragoni e di fronte al Re del thriller si perde di sicuro.
Ora parliamo di questo romanzo, che potrei paragonare a un’auto appena acquistata. Una che ha sotto un motore da trecento cavalli, che appena metti in moto ruggisce da quanto è potente e tu non sai ancora guidarla, quindi percorri piano la strada. A mano a mano che prendi confidenza, da una guida prudente schiacci di più sul pedale e scopri quanto potente e veloce sia.
Così è La strada delle ombre: comincia subito a ruggire nel farci trovare un morto – che subito dopo scompare – poi nella parte centrale prosegue quasi con lentezza, fino all’allungo finale, alla potenza che ti schiaccia sul sedile.
E’ un romanzo che parla di amicizia, di fiducia, ma anche delle ombre che viviamo nel quotidiano. E’ un viaggio attraverso la Provenza, terra di profumi e di colori, ma non fatevi incantare, chiudete gli sportelli dell’auto e scappate a tutto gas, finché siete in tempo.
Buon romanzo d’esordio di questo scrittore che ha sicuramente margini di miglioramento. Smettiamola di fare paragoni, però..altrimenti si rischia di avere un effetto boomerang pericoloso per chi scrive e per chi legge.

Cecilia Lavopa

Mikel Santiago è nato a Portugalete, nei Paesi Baschi, nel 1975. Ha passato la giovinezza a suonare la chitarra in un gruppo rock, vivendo per dieci anni tra la Spagna e l’Irlanda. Ha cominciato a scrivere quasi per gioco, ma il suo talento non è passato inosservato. In breve tempo, si è ritrovato con un romanzo ai vertici delle classifiche spagnole e americane e in corso di traduzione in 20 Paesi. Il suo sito è www.mikelsantiago.com