Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | October 18, 2017

Torna su

Alto

Erik Axl Sund – La ragazza corvo

| On 14, Set 2016

Editore Corbaccio Collana Top Thriller
Anno 2016
Genere Psyco-Thriller
752 pagine – cartonato con sovracopertina
Traduzione di F. Zago e U. Ghidoni

La ragazza corvo_Esec.inddQuesto libro è la rielaborazione di tre volumi degli scrittori Jerker Eriksson e Hakan Axlander Sundquist, firmata con lo pseudonimo di Erik Axl Sun. I romanzi pubblicati separatamente sono:

Krakflickan (La sostanza del male, Corbaccio 2011), Hungerelden (Una donna non dimentica, Garzanti 2012) e Pythians Anvisningar (Le regole del buio, Garzanti 2012). Questo riporta il titolo italiano che rispecchia esattamente la versione in inglese. Scelta curiosa il titolo in inglese rispetto ai precedenti.

Il romanzo ruota intorno a molti personaggi, tra i quali spiccano con vigore le personalità di tre donne: Jeanette, Victoria e Sofia.

Jeanette – soprannominata Jeanne – Kihlberg è commissario della polizia di Stoccolma. Dopo aver abbandonato la scuola di assistente sociale, ha deciso di entrare in polizia. Voleva fare la differenza tra subire il male e provocarlo.
Riceveva un compenso inferiore alla media della sua categoria, dopo dieci anni di esperienza senza utilità per la sua carriera. Le donne non diventavano mai capi della polizia.
Tutti questi uomini, pensò Jeanette, che si sentivano in diritto di avere pretese su di lei o di farla sentire in colpa. Uomini che, in un modo o nell’altro, influenzavano la sua vita la quale, viceversa, sarebbe stata molto migliore senza di loro.

Victoria Bergman ha subìto sin da piccola gli abusi del padre e per questo soffre di disturbi psichici per i quali è in cura. I disturbi della personalità si stavano accentuando e i vuoti di memoria con il tempo erano aumentati. Victoria è guidata dall’odio e dalla rabbia, da una logica in bianco e nero.

Sofia Zetterlung, psichiatra e profiler, aiuta Jeanette a dare una connotazione al serial killer che sta facendo strage di vittime nella città di Stoccolma, a cominciare dal ritrovamento del cadavere di un giovane straniero, che pare essere solo il primo di una lunga serie.

Jeanette viene incaricata di condurre le indagini, scontrandosi da subito contro le intenzioni dei suoi colleghi, riluttanti a perdere tempo per rendere giustizia a un immigrato sconosciuto. Ma quando i corpi ritrovati aumentano, si attiva tutta la polizia di Stoccolma per risolvere i casi.

Il destino delle tre donne si incrocerà più volte, fino all’epilogo inaspettato.

I richiami allo scrittore Stieg Larsson, con il romanzo di “Uomini che odiano le donne” e alla scrittrice Maj Sjowall è un omaggio ai colleghi autore che, come loro, amano scrivere di ciò che conoscono, soffermandosi sulle realtà autoctone – intese come luoghi e come abitudini.

Ma ancora una volta il fattore psicologico della trama viene superato da troppa violenza raccontata nei minimi dettagli, come uno strato eccessivo di glassa su una frittella: stucchevole, non lascia spazio né alla fantasia, né al pudore.
E’ come lasciare un lettore nudo davanti a un pubblico immaginario. Senza avere la possibilità di coprirsi, di nascondersi.

Ho letto altri romanzi che avevano come tema la pedofilia – che farei a meno di leggere, se la fantasia degli scrittori nordici si indirizzasse verso altri temi – ma c’è modo e modo di raccontarla. La lettura è stata un filo scoperto che si è conclusa con la scarica elettrica.

Il thriller psicologico è uno dei generi che preferisco, quelli che sondano la mente dell’uomo e la sua capacità di reagire quando è messo sotto pressione. Adoro Dean Koontz, Wulf Dorn o Sebastian Fiztek, capaci di farmi rizzare i peli delle braccia in alcuni romanzi.
In questo caso, i due autori hanno voluto condensare i tre romanzi in un unico volume di oltre settecento pagine, perdendo di vista la storia nel suo insieme. Non che questo ne diminuisca le potenzialità, occorre solo pazienza e metodo e riuscirete ad apprezzarne il contenuto, se il genere nordico rientra fra quelli apprezzati come nel caso di questo blog.

Cecilia Lavopa

Gli scrittori:
Erik Axl Sund è il nom de plume degli svedesi Jerker Eriksson (nato nel 1974) e Håkan Axlander Sundquist (nato nel 1965), autori di «La ragazza corvo», bestseller mondiale già pubblicato come trilogia in 38 paesi, vincitore dello Swedish Academy of Crime Writers’ Special Award, e i cui diritti televisivi sono stati venduti negli Stati Uniti a Tomorrow Studios.