Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | October 18, 2017

Torna su

Alto

Tess Gerritsen – Il battito del sangue

| On 27, Set 2016

Editore Longanesi Collana La Gaja scienza
Anno 2016
Genere Thriller
277 pagine – rilegato con sovracopertina
Traduzione di Annamaria Biavasco e Valentina Guani

E’ una nuova Tess Gerritsen, quella che con piacevole sorpresa ho scoperto durante la lettura del romanzo “Il battito del cuore”.

 E non a caso ho scritto romanzo: la parte gialla è secondaria, o piuttosto è un pretesto per narrarci una lunga, struggente storia che si svolge a Venezia ai tempi del fascismo e delle deportazioni degli Ebrei.

Momento doloroso, che non va dimenticato, ed a cui l’autrice ha dedicato la storia con questo scopo: conservare la Memoria.

Lasciamo da parte perciò, per una volta, le sue storiche “eroine”, la poliziotta Jane Rizzoli e l’anatomopatologa Maura Isles, di cui conosco vita privata, pubblica, avventure..per avere letto il gran numero di gialli scritti in precedenza, con loro protagoniste.

Lasciamole da parte –dicevo –ed immergiamoci in questa bella storia che viaggia su due diversi piani temporali: il momento attuale, negli Stati Uniti, e gli anni del fascismo, a Venezia.

L’inizio è da “giallo” , con tutte le carte in regola.

Una violinista americana: vita serena, marito innamorato, figlioletta adorabile, trova in un antico libro comprato in Italia uno spartito musicale con le note di un valzer, intitolato “Incendio”. Si rende conto subito di avere scoperto una musica straordinaria, mai sentita né immaginata, da proporre al suo pubblico.

Mentre lo prova a suonare per la prima volta –note altissime ed inquietanti, quasi infernali –accade un fatto sconvolgente: la sua bambina uccide, infilzandolo, il loro gatto e piena di sangue, la guarda con sguardo strano, quasi di odio. Ma è un attimo…

Questo episodio sconvolge, come prevedibile, la vita della famigliola felice, ma non è l’unico! Poco dopo un altro tremendo fatto porta definitivamente scompiglio nelle loro esistenze.

A questo punto inizia la “vera” storia.

La violinista comprende che quegli episodi di violenza vanno ricercati non in sé stessa o nella bambina, ma nella musica contenuta nel manoscritto. Quasi fosse maledetta. E parte di nascosto per l’Italia, per scoprirlo.

La storia di Lorenzo Todesco, autore del valzer, è quella di molti Ebrei, che si trovarono, nell’arco di pochi mesi, la vita sconvolta dalle persecuzioni razziali, , dalla perdita di ogni diritto, dalla deportazione nei campi di concentramento.

Lunga e dolorosa storia, quella di Lorenzo e dei suoi familiari, che ci porterà a scoprire la verità sullo spartito e sui suoi effetti. Verità molto diversa da quella immaginata, purtroppo reale, ma solo dopo avere vissuto con gli sfortunati protagonisti tutto il calvario  delle persecuzioni..

Le  atroci crudeltà che avvenivano nella Risiera di San Sabba, l’unico forno crematorio conosciuto in Italia, le speranze deluse, la paura, la disperazione.

Un romanzo che tocca tutte le corde del cuore, come gli altri scritto in modo magistrale da un’autrice che è ormai per me “garanzia di qualità”.

Mi ha commossa la delicatezza e l’amore con cui l’autrice ha narrato la parte vecchia della storia, quella che si svolge negli anni immediatamente precedenti e seguenti il 1940.

In ogni riga si coglie la partecipazione, la “pietas”, l’intento dell’autrice di far conoscere a tutti dei fatti che non devono essere dimenticati.

Credo però che, anche se Tess Gerritsen non ci ha regalato stavolta un giallo “classico”, ci abbia comunque donato un romanzo di valore per il suo argomento prezioso, e per il nobile intento di tramandare il ricordo dei fatti accaduti.

Rosy Volta

La scrittrice:
Tess Gerritsen, dopo essere stata un medico con la passione per la scrittura, è diventata un’affermata scrittrice con la passione per il medical thriller, genere che ha rinnovato con personaggi indimenticabili, soprattutto nella serie dedicata alla detective Jane Rizzoli di cui fanno parte Il chirurgo, Lezioni di morte, Corpi senza volto, Il sangue dell’altra, Sparizione, Il club Mefistofele, Madame X, Il silenzio del ghiaccio, La fenice rossa, L’ultima vittima e Muori ancora. Presso Longanesi sono usciti anche Il prezzo e Forza di gravità.