Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | April 25, 2017

Torna su

Alto

Steve Cavanagh – Ultimo appello

| On 06, Apr 2017

Steve Cavanagh è nato e cresciuto a Belfast, Irlanda del Nord. A 18 anni si è trasferito a Dublino per proseguire gli studi. Convinto di essere in lista per iscriversi alla facoltà di Business & Marketing, scoprì, invece, di essersi “per sbaglio” iscritto a legge. Dopo la laurea, abbandonando momentaneamente la sua precoce carriera di scrittore di sceneggiature per dedicarsi unicamente alla professione, Steve Cavanagh viene assunto come investigatore presso un noto studio legale.
Durante questo periodo lavora a numerosi casi che sviluppano il suo interesse per il romanzo di genere. Comincia poi a lavorare come avvocato in un piccolo studio legale e, nonostante l’avvocatura non fosse esattamente quello che aveva in mente, Cavanagh diventa uno degli avvocati più importanti dell’Irlanda del Nord, vincendo casi che hanno fatto la storia della legislazione irlandese. Il suo nome balza agli onori di cronaca nel 2010 quando rappresenta in tribunale un operaio vittima di discriminazioni razziali sul luogo di lavoro: vince la causa e ottiene il risarcimento più alto di tutta la storia dell’Irlanda del Nord. A partire dalle sue esperienze lavorative ha scritto Il difensore, suo romanzo d’esordio che ha spopolato in Irlanda.
Vive nell’Irlanda del Nord con la moglie, Tracy, e i suoi due figli.
www.stevecavanagh.com

Per Longanesi Editore è disponibile dal 7 aprile 2017 il nuovo romanzo di cui vi riportiamo la sinossi:

David Child è il fondatore di uno dei social media più frequentati, ed è già multimilionario nonostante la giovane età. Ricco, famoso, di successo. Ma David Child è anche un assassino.

O forse no?

Quando Child, importante cliente di uno dei più corrotti studi legali di New York, viene arrestato per omicidio, l’FBI chiede a Eddie Flynn – ex genio della truffa diventato avvocato – di prendere Child come cliente, allo scopo di indurlo a testimoniare contro i suoi stessi avvocati. Eddie non è certo il tipo che si lascia convincere a difendere un colpevole, ma l’FBI è in possesso di file compromettenti sulla moglie di Eddie, avvocato nello stesso studio. Il ricatto è presto fatto: se Eddie non si mette in gioco sarà la moglie a pagarne il prezzo.

Quando Eddie incontra Child, però, si convince della sua innocenza, nonostante la quantità di prove che testimonierebbero il contrario. E mentre la pressione dell’FBI per vincere la causa si fa sempre più pesante, Eddie deve trovare un modo per provare l’innocenza di Child e tenere sua moglie fuori dai guai e dalle minacce, non solo dell’FBI ma anche – e soprattutto – dello studio legale stesso.