Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | October 17, 2017

Torna su

Alto

Noah Hawley – Prima di cadere

| On 09, Giu 2017

 

Editore Einaudi Collana Stile Libero Big
Anno 2017
Genere Thriller
472 pagine – rilegato e ebook
Traduzione di Marco Rossari

Con questo suo quinto romanzo, Noah Hawley, più noto al pubblico come sceneggiatore e creatore dell’eccellente serie televisiva “Fargo” che come autore, quest’anno si è aggiudicato l’Edgar Award 2016 come miglior thriller dell’anno, il premio più importante a livello mondiale per quanto riguarda la letteratura thriller e noir. Premio ampiamente meritato, perché “Prima di cadere”, (tradotto divinamente da Marco Rossari) è un ottimo romanzo che porta una ventata d’aria fresca in un genere ormai inflazionato e saturo di libri sempre più uguali a se stessi.

La linea narrativa principale è abbastanza semplice: una sera d’estate i membri di due ricchissime famiglie newyorkesi e un pittore fallito, Scott Burroughs, salgono su un volo privato di ritorno dalle rispettive residenze estive. Il loro doveva essere un breve viaggio, invece, sedici minuti dopo il decollo, l’aereo s’inabissa nelle acque dell’oceano. Gli unici superstiti sono Scott Burroughs, l’artista, e un bambino di quattro anni, unico erede di un impero economico, che l’uomo è riuscito a salvare. Mentre i media avanzano ipotesi di complotto, la polizia e i servizi segreti scandagliano nelle esistenze dei passeggeri. Da eroe, Scott si ritrova a essere un sospettato.
E anche il prezioso legame che ha instaurato con il piccolo sopravvissuto comincia a essere corroso dalle insinuazioni.

Al di là dell’ottima analisi del potere mediatico che si attiva e si scaglia famelico su una notizia di cronaca che tinge di sospetto e complottismo, l’autore è molto bravo a mostrare come la nostra vita sia totalmente governata dal caso. È un capriccio del destino infatti che Scott sia un ottimo nuotatore, e che possa tranquillamente nuotare per ore con un bambino in spalla, raggiungendo la riva. Così come è uno sberleffo del fato che i temi dei quadri di Scott siano unicamente tragedie e incidenti aerei e navali – particolare su cui si accaniranno i suoi denigratori e accusatori. E le coincidenze, architettate dal fato in maniera subdola e perversa nella loro perfetta simmetria, non si fermano qui.

Sono proprio queste convergenze a dare l’abbrivio a una trama che ha uno sviluppo temporale attraverso i flashback che si concentrano su come ognuno dei personaggi si è trovato su quell’aereo, andando a ritroso fino al momento dell’ “incidente”. L’autore, che scrive magistralmente, sfrutta una narrazione a prospettiva variabile in terza persona che segue due traiettorie narrative parallele: una radicata nel presente, dove da eroe Scott si trova a essere accusato dai media quasi che fosse colpevole, essendo l’unico adulto superstite; l’altro binario scava nel passato e negli ultimi momenti di vita di tutti i personaggi, componendo lentamente, tessera dopo tessera, un mosaico che va a svelare la “verità”, che potrà forse apparire banale o sovrastimata rispetto alle aspettative che vanno crescendo durante la lettura, ma che invece è spietata nella sua concretezza e nella sua verosimiglianza.

“Prima di cadere” è un thriller atipico: non c’è nessun serial killer, nessun profiler dell’FBI, probabilmente non c’è nemmeno un vero protagonista, (Scott è il personaggio sicuramente più eviscerato e strutturato da Hawley), a meno che non si sia disposti a investire del ruolo di personaggi principali la casualità e la fatalità. Ciononostante – o forse proprio per questo – il romanzo si divora pagina dopo pagina, complice una scrittura precisa, introspettiva senza risultare pesante, in grado di accelerare il passo quando la situazione lo richiede. Qualcuno forse potrà storcere il naso e dibattere sul fatto che questo romanzo non corrisponda perfettamente ai canoni del genere, ma è perspicuo che “Prima di cadere” sia uno dei migliori romanzi che la narrativa statunitense ci ha regalato nell’anno passato, o forse nell’ultimo decennio.
Piergiorgio Pulixi

Lo scrittore:

Noah Hawley è nato a New York nel 1967. È scrittore, sceneggiatore e produttore, nonché autore della pluripremiata serie Tv Fargo. Per Einaudi ha pubblicato Prima di cadere, il suo quinto romanzo.