Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | September 22, 2017

Torna su

Alto

Giovanni Valentini – Ultima notte a Lisbona

| On 11, Set 2017

Editore SEM
Anno 2017
Genere noir
155 pagine – rilegato e epub

Giovanni Valentini è un noto e ottimo giornalista e saggista italiano, in passato direttore de “L’Espresso” e vicedirettore de “La Repubblica”. Questo Ultima notte a Lisbona è il suo primo romanzo.

Il protagonista del libro è un giornalista di recente andato in pensione, Alfonso Delgado, che ha lasciato la sua Puglia per trasferirsi, almeno per qualche anno, proprio a Lisbona insieme alla moglie Marianna. Una sera, a cena, i due vedono una coppia americana, John e Carol, scambiarsi promesse di matrimonio. Chiacchierando con loro, tra Alfonso e Carol, che studia proprio a Lecce, nasce una certa complicità che il giorno dopo, quando i due si incontrano senza i rispettivi partner, sfocia in una storia di sesso nonostante la quarantina d’anni di differenza in età. Finché, a un certo punto, Carol sparisce. Inizialmente Alfonso teme che abbia semplicemente deciso di troncare bruscamente il loro rapporto clandestino, ma quando John lo contatta chiedendogli aiuto capisce che c’è sotto qualcosa di più.

Anzitutto, bisogna dire che la prosa di Valentini è meravigliosa, in particolare quando Alfonso parla di Pessoa o del fado, o nelle descrizioni della città lusitana, o quando il protagonista si reca in visita ai luoghi in cui si svolge la trama di Sostiene Pereira. Il fuoco rimane su Alfonso, tanto da rendere questo romanzo più che altro la (bella) biografia di un paio di settimane della sua vita.

Già, ma Ultima notte a Lisbona è presentato come un giallo/noir/thriller/mystery. Il mistero c’è, ma la sua soluzione mi sembra un po’ “tirata via”, quasi un fatto incidentale rispetto al racconto centrale, ovvero il dramma personale di Alfonso (non vado più nello specifico per non rovinare la sorpresa). Inoltre, la storia d’amore e di passione tra Alfonso e Carol occupa fin troppo spazio all’inizio del romanzo. È chiaro che si tratta di un fatto centrale nel libro e ancora di più nella vita del protagonista, che ne resterà marchiata per sempre, ma nell’economia della storia rallenta molto la narrazione e sembra togliere spazio al resto della vicenda.

Si tratta insomma di un libro scritto ottimamente ma la cui etichetta di giallo/noir è un po’ ingannevole: è, come già menzionato, il bel racconto di qualche settimana della vita di un personaggio, Alfonso, che per caso durante tale periodo si trova invischiato in un caso di persona scomparsa (che poi si evolve, ma – come già detto – non voglio anticipare nulla). Visto così, questo romanzo certamente piacerà agli ammiratori del genere. Se però vogliamo giudicare questo libro come un giallo, che è il genere nel quale viene proposto, allora… non ci siamo.

È quindi una lettura piacevole grazie alla prosa splendida, a volte quasi poetica, ma onestamente non posso dire che si tratti di un bel giallo (o noir, o thriller, o mystery).

Marco A. Piva


Lo scrittore:
Giovanni Valentini (Bari, 6 febbraio 1948) è un giornalista e scrittore italiano. È stato direttore del settimanale L’Espresso dal 1984 al 1991 e vicedirettore della Repubblica dal 1994 al 1998.