Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | February 24, 2018

Torna su

Alto

Gabriella Genisi – Dopo tanta nebbia

| On 19, Ott 2017

Editore Sonzogno Collana Romanzi
Anno 2017
Genere Giallo
204 pagine – brossura e ebook

 

Che bella scoperta.

Questo è il settimo romanzo con protagonista la “questora” Lolita Lobosco, pugliese doc e trasferita a Padova, la città del Santo. Un incontro assai piacevole! Ma prima di spiegarne i motivi, vorrei accennare alla vicenda. La commissaria di polizia Lolita Lobosco è stata promossa questore, con trasferimento a Padova. Per una pugliese saldamente legata alla sua gente, alle sue tradizioni, alla cucina è tutt’altro che facile trovarsi in una città del nord, diversa sotto tutti questi aspetti, come il giorno dalla notte.

Aggiungete poi che Lolita è una quarantenne un po’ irrequieta, che non vuole legami amorosi troppo stretti, che spesso battibecca con la sorella per divergenze varie.
Emerge così fin dall’inizio della storia un personaggio un po’ tormentato , ma proprio per questo intrigante. A Padova c’è un caso da affrontare: la sparizione di un ragazzo , che frequentava una esclusiva scuola privata di suore, dove Lolita indaga, ma si trova a cozzare contro un muro di omertà e di ostilità. Questo incuriosisce ulteriormente la donna, perchè scopre che il ragazzo era pesantemente vittima di bullismo ed allora l’indagine parte in modo ancora più deciso ed ostinato. Verrà fuori, infine, una dolorosa realtà e le scoperte saranno sconvolgenti per tutti.

Qui un personaggio simpatico fa spicco fra tutti: è Caruso, affascinante vicequestore siciliano, che le sarà vicino non solo nelle indagini! Lolita, che si sente in trappola da questa storia nascente, fa in modo di tornare nella sua Puglia, anche a costo di essere retrocessa di grado. Appena tornata, trova un caso fresco fresco ad attenderla: una bellissima musicista, dalla vita (pare) irreprensibile, massacrata a martellate. Le sorprese saranno ad ogni pagina: niente è come appariva!

C’è, in questa seconda indagine, un altro protagonista speciale: è un testimone, ma “diverso” dai soliti; non dirò come, perchè è tutto da scoprire. Un uomo che mi è piaciuto molto, nelle sue sfaccettature. Bella questa storia: direi un giallo senza colpi di scena eclatanti, ma con sorprese al punto giusto; un romanzo un po’ rosa chiaro, per la componente amorosa, senza però eccedere nello sdolcinato o nel romantico.

Molto carina la parte legata alle sue origini, a tutto ciò che è pugliese: le tradizioni, i piatti! Quando li racconta, l’autrice lo fa con tale passione, da trasmettere il gusto a chi legge! Bisogna assaggiare assolutamente queste Pettole, o ci resterà la curiosità per sempre! Scherzi a parte. Si coglie in ogni riga, in ogni sfumatura, l’amore della Genisi per le sue origini. Simpatica anche l’idea di pubblicare, a fine romanzo, le ricette delle prelibatezze citate nella storia. Gli appassionati di cucina non mancheranno dal provarle, soprattutto perchè regalate da una persona che le conosce a fondo.
Romanzo dunque consigliato, come piacevole lettura con cui trascorrere bei momenti di relax.

Rosy Volta

La scrittrice:

Gabriella Genisi vive tra Bari e Parigi. Ha scritto numerosi libri ed ha inventato il personaggio del commissario Lolita Lobosco, già protagonista di sei romanzi pubblicati da Sonzogno.