Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Contorni di Noir | December 14, 2017

Torna su

Alto

Alexandra Nemes – Warmhole, la materia oscura

| On 02, Dic 2017

Editore Sybil
Anno 2017
Genere Sci-fi
422 pagine – ebook

Una storia fantastica, uno straordinario omaggio a Sergio Altieri a cui è stata dedicata e, con un titolo da paura, ecco a voi Wormhole di Alexandra Nemes che, guarda caso, era un grande e ricorrente personaggio del grande Alan A. Altieri. Insomma qualcuno, anzi se ho ben capito addirittura un “gruppetto” ben integrato, omaggia i lettori e fan del nostro grande amico con un falso d’autore curiosamente stuzzicante, un romanzo che si rivela un fantasmagorico e apocalittico revival alla sua maniera. Intanto, per cominciare, due parole sul titolo molto centrato, anche perché immagino che dietro questa accurata costruzione della trama ci sia anche chi, oltre a essere ben ferrato nell’americanitudine”, “sa” della materia.

Il wormhole, detto anche ponte di Einstein-Rosen o cunicolo spazio-temporale (significato in italiano: “buco di verme”), è una ipotetica singolarità topologica dello spaziotempo, insomma una specie di “scorciatoia” da un punto dell’universo a un altro, che consentirebbe di viaggiare tra di essi più velocemente. Il Warmhole viene definito anche galleria gravitazionale, per sottolineare la sua peculiarità strettamente interconnessa con le dimensioni: spazio e tempo. Questa singolarità gravitazionale, e/o dello spazio-tempo se si preferisce, deve disporre di almeno due estremità, collegate da un cunicolo, che consente alla materia di viaggiare da una parte all’altra passandovi attraverso. Ora, dopo avervi fatto girare la testa con astruserie di fisica passiamo alla storia dove “sta” faccenda del warmhole e della reale possibilità di servirsene fa bellamente da padrone. Un brutto segreto, nascosto nella loro prima giovinezza e che è costato una vita, lega indissolubilmente i ragazzi dell’Atomo: Reda Valente, Julian Emerson e i fratelli Roger e Paul Richardson.

Non li uniscono solo la passione per la Fisica, per complessi esperimenti al di là dello scibile conosciuto e che addirittura prevedono possibili viaggi nel tempo, ma anche un complicato e ossessivo legame erotico in cui domina una paranoica perversione. I tre giovani del gruppo – Roger, Paul e Julian –  amano morbosamente lei, la ragazza: Reda e, pur di averla a ogni costo, sono disposti a condividerla, perché nell’Atomo «il nucleo era lei. Loro gli elettroni. Le mani di Reda sul corpo di Roger. La bocca di Paul sul collo di Reda. Julian tra le braccia avvolgenti di lei. Era così, da sempre».  Questo inquietante e torbido legame però, che sembrava inossidabile, verrà improvvisamente spezzato nel 2001 dalla tragica morte di Roger, il maggiore dei Richardson, precipitato da una scogliera durante un rave party a base di droga e trasgressione. Il giovane secondo tutti i presenti aveva bevuto molto.  E’ dunque un incidente? Un suicidio? Oppure…? Julian Emerson, profondamente scioccato, sceglierà di andarsene e rifare altrove la sua carriera e la sua vita. Per Paul e Reda, invece, la morte di Roger sarà la causa incidentale per sviluppare fino in fondo un progetto: un’azzardata ricerca su un esperimento scientifico con per scopo il ritorno nel passato che dovrebbe permettere loro di scoprire anche le cause della morte di Roger. Nove anni dopo, quando verrà il momento di spiegare al mondo le potenzialità della loro scoperta, tirare le fila e tentare un viaggio indietro nel tempo, Julian tornerà a Chicago come incaricato della Herris Bank . La ricerca costa cara e la Richardson ha bisogno del sostegno economico di tutti i grandi investitori e del governo, cosa che porterà a coinvolgere nell’impresa anche in veste di controllore il generale Aaron Berger, che si troverà trascinato al loro fianco e pericolosamente stregato da quella pazzia… Ma qualcosa dell’esperimento non funziona…
Un thriller avvincente, pieno di inattesi colpi di scena da action movie che movimentano la trama fino in fondo e…  Cosa accadrà mai dopo?

Patrizia Debicke

L’autrice:
Scarsissime sono le notizie su Alexandra Nemes: conosce bene Chicago… forse ci vive o ci ha vissuto… adora Sergio Altieri e i suoi libri… s’intende di scienza e fantascienza, d’amore, di passioni e di perversioni… un tipetto che a molti piacerebbe conoscere… ma lei non ama mostrarsi. E’ tutto quello che si sa… non una parola di più.