Massimo Fagnoni – Il bibliotecario di Via Gorki

869

Editore Frilli Collana Tascabili Noir
Anno 2017
Genere Noir
216 pagine – rilegato e ebook

[divider] [/divider]

Siamo a Bologna, città in cui Davide Ciampi, bibliotecario, conduce una vita tranquilla e lontana dai guai. La biblioteca è il suo piccolo angolo di pace, l’unico luogo dove si sente veramente a casa. Sì, perché Davide è un uomo tanto sereno sul posto di lavoro, quanto infelice all’interno delle mura domestiche.

La moglie, infatti, è una donna autoritaria che non perde occasione per rinfacciargli chi realmente porta i pantaloni a casa, e per i suoi figli è una figura quasi invisibile, trattato sempre con scherno e superficialità. Il mondo di Davide è un mondo in cui essere un bibliotecario significa essere un fallito.

Il suo unico amico è Alì, un venditore ambulante nordafricano posizionato di fronte al supermercato proprio vicino alla biblioteca di Davide, e tra di loro nasce un’amicizia singolare. Il giorno in cui Alì scompare, Davide non esita a farsi in quattro per ritrovarlo, certo che sia nei guai e che non se ne sia semplicemente andato, lasciando soli moglie e figli. Con l’aiuto dell’investigatore Galeazzo Trebbi, e del commissario Guerra, inizierà la sua ricerca e un’indagine per scoprire la verità.

“Il bibliotecario di via Gorki”, uscito il 23 novembre del 2017 per la casa editrice Frilli, è un noir che vede ancora una volta protagonista l’investigatore privato Galeazzo Trebbi. Il libro è ambientato a Bologna, illustrandone tutta l’atmosfera degradante, tipica delle grandi città. Una metropoli dove i pregiudizi sono all’ordine del giorno, dove la scomparsa di un nordafricano non altera in alcun mondo gli equilibri della quiete bolognese, dove le uniche persone disposte ad aiutarlo sono solo Trebbi e Guerra. Il protagonista, Davide, è un uomo sottomesso che deve costantemente convivere con l’umiliazione a cui lo sottopongono i famigliari, ma nel profondo l’orgoglio per il proprio lavoro è grande.

Il carattere di Davide viene molto approfondito a livello psicologico, per cui si entra in empatia e si prova profonda tenerezza da subito.  Anche Trebbi è un personaggio tutto da apprezzare, un uomo all’apparenza rude e dai tratti tipici del classico poliziotto, che nasconde però un grande cuore e che si affeziona subito a Davide e ai suoi disastri. Il libro è un’immersione nella realtà, e riporta una quotidianità molto attuale. Le dinamiche famigliari mostrano tutte le tensioni e il dolore di Davide, tanto da portarlo a gesti estremi.
L’indagine, se inizialmente viene messa in secondo piano, scorrendo le pagine prende sempre più forma in un accrescere di tensione e curiosità!

Chiara e Laura Ricciardi – Sister’s books

[divider] [/divider]

Lo scrittore:
Massimo Fagnoni, bolognese, laureato in Filosofia, ha lavorato a lungo nei servizi sociali e psichiatrici della sua città. Da quindici anni fa parte della Polizia Municipale di Bologna. Dalla collaborazione con le forze dell’ordine è nato il desiderio di narrare storie noir. È autore di: Bologna all’Inferno 2010, Giraldi editore; La ragazza del fiume 2010, 0111 edizioni; Belva di città 2010 Eclissi editore (primo romanzo della serie del maresciallo Greco che nel 2011, ha vinto il primo premio al concorso letterario «Lomellina in giallo»); Cielo d’agosto 2012 Eclissi editore (secondo romanzo della serie del maresciallo Greco); Solitario bolognese 2013, Giraldi editore; Lupi neri su Bologna 2013, Minerva Edizioni; Il silenzio della bassa 2014, Fratelli Frilli Editori; Vuoti a perdere 2015 Eclissi Editrice; Bologna non c’è più 2015 Fratelli Frilli Editori (primo premio al concorso letterario «I Sapori del giallo, poliziotti che scrivono»); Bolognesi per caso, racconti 2016 Giraldi Editore; Il giallo di Caserme Rosse 2016 Fratelli Frilli Editori; Il ghiaccio e la memoria 2017, Minerva Edizioni.