Rosie Walsh – Sette giorni perfetti

1061

Editore Longanesi / Collana La Gaja Scienza
Anno 2019
Genere Thriller
400 pagine – rilegato e epub
Traduzione di A. Bariffi

[divider] [/divider]

Tornai a sdraiarmi e sentii il cuore dolermi in petto. Faceva davvero male. Perché nessuno dice che il CUORE SPEZZATO non è una metafora?”.

Che bel romanzo. E con l’aggettivo “bel”, usato ed abusato, intendo dire tutto.
Una storia scritta in punta di penna – così mi è parsa – delicata, intensa, ricca di sfumature di ogni genere. Parrebbe un romanzo d’amore – parrebbe – ma è molto di più. Anche un giallo, per gli amanti del genere. Perché la storia inizia con un incontro, di quelli che potremmo definire voluti dal destino. Non è forse voluto da qualcuno o qualcosa di superiore un incontro “perfetto”: due persone che dopo poche ore hanno già un’intesa rara, una comunione di sentimenti quasi incredibile?
A Sarah ed Eddie accade proprio così, e trascorrono una settimana – i sette giorni perfetti – insieme, amandosi, conoscendosi, scoprendosi a poco a poco.
Ma si saranno detti tutto? Forse no, perché quando Eddie tornerà dalla sua vacanza programmata in Spagna avranno il tempo di raccontarsi mille altri particolari dei rispettivi passati, anche quelli dolorosi. E Sarah ne ha uno che pesa come un macigno nella sua vita, e che scopriremo solo in seguito.
Ma Eddie non torna.
E scompare dalla sua vita, dai contatti social, dalla sua casa nel bosco che ama tanto…da tutto.
Le prime settimane sono angosciose, con l’ansia che aumenta di giorno in giorno, fra ricerche affannose. Ma niente. E’ come se Eddie non fosse mai esistito.
Mentre la disperazione sale, Sarah scopre per caso che Eddie non è mai andato in Spagna; decide di rinunciare a cercarlo e di tornare a Los Angeles, convinta comunque che gli sia accaduto qualcosa.
E mi fermo qui.

D’ora in poi, la storia che sembrava avere preso una certa direzione, si …ribalta, e alcuni colpi di scena (ecco perché parlavo anche di giallo) scuotono il lettore. Tanti fatti accadranno a movimentare la storia che, pur mantenendo la connotazione di romanzo di sentimenti, avrà altre sfumature.

Una bella scoperta, autrice e romanzo.
Lo stile di scrittura è perfetto, con quel tanto di poetico e di lieve che incanta il lettore. Descrizioni di luoghi, di stati d’animo soprattutto, quasi pennellate di un pittore di acquerello con colori delicati e tenui.
La storia d’amore dei due protagonisti è appassionante e, quando diventa travagliata ma, soprattutto, unilaterale, il lettore si ritrova a tifare perché accada qualcosa di significativo, che smuova le acque.
Il tifo però subirà una battuta d’arresto quando, in seguito a un colpo di scena, non si saprà più da che parte stare. Un romanzo che incanta per la parte sentimentale, ma stupisce per le svolte improvvise. Proprio così: quando uno pensa di avere capito tutto, ZAC, avviene il contrario di ciò che ci si aspettava. La seconda parte della storia procede tutta in questo modo.
L’autrice è una buona narratrice di sentimenti, capace di esprimere i pensieri più intimi, la sofferenza profonda, indice una grande sensibilità.

“Sette giorni perfetti”è un romanzo non facile da dimenticare, pur non essendo da Nobel per la letteratura: per la trama originale, per la delicatezza dello stile; infine perché spinge il lettore a identificarsi nei protagonisti, e a vivere gli stessi loro sentimenti, tristi o gioiosi che siano.
Vivamente consigliato.

Rosy Volta

[divider] [/divider]

La scrittrice:
Rosie Walsh ha vissuto e viaggiato in tutto il mondo lavorando come produttrice e autrice di documentari. Vive a Bristol, in Inghilterra, con il compagno e il figlio. Sette giorni perfetti, il suo romanzo d’esordio, è subito salito in vetta alle classifiche del New York Times e sta conquistando lettori e lettrici in tutto il mondo.