Stefano Tevini – Catena alimentare

715

Editore Lambda House
Anno 2019
Genere distopico
174 pagine – brossura e epub


Qualche minuto in un futuro che possiamo, terribilmente, riconoscere.
Gli stati nazione sono caduti, inghiottiti probabilmente dal capitalismo predatorio che sembravano difendere per provare a contenerlo, tutti i trattati internazionali sono disattesi, dimenticati, ignorati, i diritti umani sono ormai il passato. Il giovane Gootchi passa la giornata tra videogame di guerra e una routine da grigio impiegato per una non precisata compagnia, una tra le milioni impegnate a produrre, fare profitti, a qualunque costo. La vita aziendale di Gootchi prevede momenti motivazionali: una serie di brutali e umilianti incontri di lotta con il suo capoufficio, René, cantore entusiasta del Sistema.

In questo mondo ipercompetitivo, mentre le frustrazioni lavorative e affettive diventano insopportabili, per Gootchi arriva la svolta per cambiare la sua vita: Gooroo, un maestro di automiglioramento. C’è un unico vero sport nel mondo descritto da Tevini ed è quello di scalare la catena alimentare.

Avanziamo. Una vecchia grassa mi viene incontro tossendo. Ha qualcosa in braccio, un fagotto. Mi fermo.
«Vai Gootchi» mi urla O’shan assestandomi una spallata.
L’esitazione è l’arma naturale degli animali in fondo alla catena alimentare.

Gootchi si immerge nel mondo reale, comincia una scalata verso il successo sui social network, una che si costruisce con spedizioni spietate contro i deboli che affollano distopiche periferie. Arrivato a una certa notorietà, sempre accompagnato da Gooroo, partecipa a un reality show in cui l’eliminazione degli altri concorrenti è fisica. Gootchi, in un’elaborata combinazione di inganno e crudeltà riesce a vincere, dimostrando una totale adesione al Sistema: dove tutto è mercificato non c’è spazio per i sentimenti.

« … sono qui perché non mi basta. Sono qui perché voglio di più, e se vuoi di più devi essere migliore. Devi evolverti. Sempre…»

“Catena alimentare” è un thriller d’azione con un gran numero di scene al limite del gore e un romanzo distopico completo e solido. Donne e uomini sono vittime e carnefici di un pianeta dove le uniche regole sono quelle del diritto commerciale e un darwinismo sociale senza limiti impera; il tutto scritto con una diretta e chiara freschezza che lascia il lettore a domandarsi, di fronte a crimini e orrori, quanto siamo vicini allo scenario che scorre insieme alle pagine.

Antonio Vena


Lo scrittore:
Scrittore e lottatore di wrestling, Stefano Tevini nasce nel 1981. Appassionato di storie in tutte le sue forme, pubblica diversi romanzi tra cui Sulla Soglia, scritto a quattro mani con il cantautore Giovanni Peli. Sui ring della federazione Wiva Wrestling impersona L’Onorevole Malacarne.