Brian Freeman – Doppia identità

1421

Editore Piemme
Anno 2020
Genere Thriller
416 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Gioia Sartori


Vecchi demoni tornano a tormentare Jonathan Stride in “Doppia identità”, il nono episodio della serie best seller di Brian Freeman edito da Piemme nella traduzione di Gioia Sartori.
Undici anni prima Stride, detective della polizia di Duluth, Minnesota aveva arrestato Art Leipold, un pericoloso serial killer. Art aveva ucciso tre ragazze prima che Stride lo catturasse, salvando la giovane Lori da una gabbia costruita dall’assassino. Il caso aveva attirato l’attenzione di Hollywood che aveva deciso di produrre e iniziare le riprese del film “La ragazza in gabbia” proprio a Duluth con un copione che romanzava la liberazione di Lori da parte di Stride. Lui ora è solo uno dei tanti residenti locali che non ci vogliono avere nulla a che fare per non dover rivivere la malvagia esperienza.
Nel frattempo su una remota strada secondaria, un incidente automobilistico mortale causato da un cervo coinvolge un uomo nel cui bagagliaio viene trovata la classica pistola fumante. L’uomo potrebbe essere un sicario esperto in possesso di un’arma usata per un omicidio? Il giorno seguente intanto scompare Haley Adams, una studentessa universitaria di Duluth che lavora come stagista sul set del film.

Il suo istinto gli dice che i due incidenti sono collegati, anche se Stride non sa ancora il perché. Inizia la sua indagine visitando il set, dove conosce il protagonista, l’attore Dean Casperson, proprio colui che lo sta interpretando nel film. Piuttosto che rimanere ammaliato dal patinato mondo del cinema, però, Stride se ne va con un sentimento di disagio nei confronti di Casperson, star famosa e affascinante con un’enorme base di fan e follower e un grande appeal al box office. La sua intuizione si dimostra azzeccata quando viene rivelato che Haley Adams non è effettivamente Haley Adams, ma una ragazza che usa un documento d’identità falso per potersi avvicinare proprio a Dean Casperson. . . il che fa sì che Jonathan Stride si chieda cosa, esattamente, l’attore protagonista abbia da nascondere tanto da essere nel mirino della studentessa.
Si scopre che sotto il suo sorriso a 32 denti e il suo comportamento brillante, Casperson ha un alter ego oscuro, che nessun tabloid aveva mai rivelato. Stride si ritrova presto ad affrontare l’uomo che lo interpreta sul grande schermo in quello che diventa rapidamente il caso più pericoloso della sua carriera. Stride scoprirà, con l’aiuto del poliziotto Cab Bolton, un legame tra Casperson e la morte di una quindicenne che l’uomo è disposto a tutto pur di nascondere per proteggere la propria reputazione.

Brian Freeman ci racconta le indagini con meticolosità mantenendo comunque la narrazione scorrevole. Le descrizioni accurate di ogni scena e situazione tra passato e presente ci portano a un totale coinvolgimento fino a percepire letteralmente il freddo che avvolge l’ambientazione innevata, l’orrore e la repulsione. Lo scrittore di Chicago ha creato una storia davvero unica e avvincente, assolutamente fuori dagli schemi. Tutti i personaggi, compreso il cattivo, sono ben sviluppati e Freeman lo fa con grande maestria, in un giusto equilibrio, senza ingarbugliare la trama né sacrificare il ritmo e la suspense. Il romanzo è infatti ricco di colpi di scena che riusciranno a sorprendere la maggior parte dei lettori. Il finale è emozionante a tal punto da lasciare senza fiato anche dopo aver voltato l’ultima avvincente pagina.

Andrea Novelli


Lo scrittore:
Brian Freeman è tra i maggiori autori di thriller americani e i suoi romanzi sono pubblicati in quarantasei Paesi. Ha esordito con Immoral (Piemme, 2006), che ha vinto il Macavity Award come migliore opera prima. Con Il veleno nel sangue (Piemme, 2013) ha vinto l’International Thriller Award come miglior romanzo dell’anno. Tra i suoi thriller più recenti Piemme ha pubblicato: La ragazza di pietra, La verità sbagliata e Il giorno più buio, quest’ultimo con il detective Jonathan Stride come protagonista, il suo personaggio più amato. In Italia, Freeman è stato molto apprezzato da Giorgio Faletti. Vive in Minnesota con la moglie.
bfreemanbooks.com