Francesca Tassini – Snow Black. Senza cuore

298

Editore Marietti Junior
Anno 2021
Genere noir per ragazzi
224 pagine con illustrazioni in b/n – brossura con alette
Età di lettura da 11 anni
Da un’idea di Mario Pasqualotto


Snow Black, la nuova paladina dei ragazzi di Blooming, si trova ancora intrappolata nel web. Di lei si sa solo che è arrivata in città per indagare su una nuova droga sintetizzata nei laboratori di ricerca che si trovano proprio nella cittadina, e nei quali lavora il padre di Ella e Kennedy. E poi si sono perse le sue tracce. Dopo aver salvato gli adolescenti di Blooming che veniva utilizzati come cavie, Snow ha stretto amicizia con i giovani Davis, e con Kennedy i sentimenti sono cresciuti sempre di più.

Gli occhi screziati di verde di Kennedy mi cercavano oltre lo schermo. Un alone di luce soffusa gli circondava la testa, creando geometrie luminose a contrasto coi ricci scuri. Ci ho messo un po’ a capire che l’effetto era dato dai neon sul soffitto, e che Kennedy si trovava nel corridoio di un ospedale.

Ora però, in città, è arrivato River, un ragazzo di cui si sa poco se non che si presenta agli altri come il fratello di Snow. Sarà davvero così? Intanto Snow riesce a gestire la sua vita nel web sempre in miglior modo, trasferendo anche la sua energia nei corpi degli altri. Proprio durante una di queste gite, scopre che qualcuno, il Signor X, sta cercando la matrice e che, pur di entrarne in possesso, è disposto anche a fare del male ai Davis. Comunicando con Ella e Kennedy attraverso smartphone, tablet e laptop, Snow si ritroverà a indagare su volti conosciuti in città per scoprire come mai qualcuno stia cercando di venire in possesso della matrice.

Mi sentivo una specie di matrioska, una di quelle bambole russe chiusa una dentro l’altra. Dentro la tana, dentro internet, dentro i telefoni, dentro un blob. Ma dov’ero veramente io, Snow Black?

In questa nuova ed entusiasmante avventura, Snow Black aiuterà i suoi amici a scoprire chi li sta cercando e a cosa serva quello strano oggetto simil blob che sembra poter collegare Snow al mondo reale.

Snow Black non è solo un romanzo per ragazzi – di quelli che avrei voluto leggere anche io durante la mia infanzia – bensì un nuovo prototipo di esempio per i giovani lettori. Coraggiosa, avventuriera ma anche empatica e sensibile, Snow è l’eroina di cui i giovani d’oggi hanno bisogno. Francesca Tassini, autrice alla quale non mancherò mai di porre i miei complimenti, riesce non solo a costruire un thriller adatto a giovani lettori ma anche a dargli una struttura adatta alla società moderna: chi meglio di Snow Black, famosa youtuber intrappolata nel web, può essere capace di raggiungere le menti di tanti giovani che stanno proprio vivendo in un’epoca in cui social network e la vita nella rete la fanno da padroni? Tutto questo è abbinato a un linguaggio semplice e coinvolgente che aiuta un giovane lettore, anche inesperto, a non rimanere a sua volta intrappolato.

Con questa nuova serie – vi ricordo che questo è il secondo volume – Marietti Junior lancia sul mercato quella che potrebbe diventare una saga thriller tutta italiana di prim’ordine. E io, quasi fossi tornata a essere più giovane, sono curiosa di scoprire cosa ci riserva la prossima avventura di Snow. Riuscirà la nostra eroina, con l’aiuto dei suoi nuovi amici, a scoprire cosa le sia realmente accaduto?

Adriana Pasetto


Lo scrittore:
Francesca Tassini dotata di una fervida immaginazione, già in tenera età aveva una passione per le atmosfere dark, l’avventura e il soprannaturale. A partire dal 2004 ha cominciato a scrivere per il cinema e la televisione, passando poi alla narrativa per adulti e per ragazzi. Ha un gatto con gli occhi arancioni di nome Dido e un nipotino esuberante che ispira alcuni dei suoi racconti. Dorme con la luce accesa perché crede in mostri e spiriti.

Mario Pasqualotto è andato all’asilo a un anno e dopo elementari, medie e superiori, è finito a fare il ricercatore di psicolinguistica all’Università. Intanto si dedicava alla narrativa in tutte le sue forme: fumetto, giochi di ruolo, libri. A trent’anni ha tirato le somme e ha scoperto che non aveva mai smesso di studiare, curiosare e inventare ogni giorno. Scrivere è questo.