Andrew Michael Hurley – La voce della quercia

293

Andrew Michael Hurley vive in Lancashire, dove insegna letteratura inglese e scrittura creativa. Loney, il suo romanzo d’esordio, pubblicato da Bompiani nel 2017, dopo la prima tiratura di trecento copie con un piccolo editore è stato rilanciato dall’editore John Murray e ha vinto molti premi, è stato tradotto in venti Paesi e ha venduto oltre 150 mila copie in Gran Bretagna. Anche il suo secondo romanzo, Il giorno del diavolo, pubblicato da Bompiani nel 2019, ha ottenuto molti riconoscimenti.

Sarà disponibile in libreria dal 22 settembre il suo romanzo “La voce della quercia”, edito da Bompiani, di cui vi riportiamo la trama:

Richard e Juliette devono affrontare il dolore più grande che due genitori possano provare: la morte improvvisa di Ewan, cinque anni. Starve Acre, la loro casa al confine con la brughiera, da cuore di una nuova famiglia è diventata un nodo di dolorosi ricordi. Juliette è convinta che Ewan sia ancora con loro, in qualche forma, e cerca l’aiuto di un gruppo di occultisti per parlare con lui. Richard invece si concentra sul campo di fronte a casa, il campo dove Ewan amava giocare da solo, e avvia gli scavi alla ricerca dei resti di una quercia antica e maledetta. Che nesso c’è fra il passato remoto di quel luogo, teatro di forme di sommaria e brutale giustizia, la strana malattia che si è portata via Ewan, e la sua propensione alla violenza? La terra rivoltata darà forse le sue risposte, ma non saranno quelle che ci si aspetta. Una storia gotica, che viaggia tra leggende locali e un presente attraversato dall’orrore, con un finale da mozzare il fiato.