Davide Simon Mazzoli – Uccidi il male

1102

Editore La Corte
Anno 2021
Genere thriller
494 pagine – copertina flessibile e epub


Sono trascorsi undici anni da quando il Profeta dell’Apocalisse, il serial killer che aveva terrorizzato Milano, ha colpito l’ultima volta uccidendo la moglie e il figlioletto del commissario Alexander Wolf, dopo averli sottoposti a torture indicibili, facendosi aiutare dai suoi Cavalieri. Da quella notte tutto è cambiato. Dopo essere stato deposto dal suo ruolo, per aver ucciso a sangue freddo uno dei Cavalieri e aver scontato un periodo di reclusione, Wolf si trasferisce nella sua villa di Varenna insieme alla figlia Vera: una ragazza ventisettenne, nata da una relazione giovanile. Anche se non è più un poliziotto, Alexander continua a collaborare segretamente con il suo ex collega e amico Giorgio Alborghetti, aiutandolo nelle indagini grazie ad alcune sue doti particolari. Ma l’incubo, che sembrava ormai sopito, ritorna all’improvviso per trascinarlo di nuovo all’inferno. Una mattina, rincasando da una nottata con Alborghetti, Alexander trova sul tavolo della sala da pranzo una lettera del Profeta dell’Apocalisse. Il folle è tornato e una sanguinosa caccia all’uomo ha inizio: il baratro sembra non avere fondo e una scia di morte e dolore rivelerà verità insospettabili che nessuno avrebbe mail voluto sapere.

La trama riportata così come appare nel libro non è che la punta dell’iceberg di questo thriller che toglie il fiato e che coinvolge tanto da sentirsi parte della storia. Protagonista vero è il male, in ogni sua sfumatura, che impregna le pagine con forza e avvolge nell’oscurità qualunque cosa sfiori. È un romanzo potente, capace di affascinare e trascinare il lettore in un vortice di emozioni e colpi di scena.
Amo molto i thriller psicologici, soprattutto, come in questo caso, quando l’autore è maestro nel penetrare in profondità nella psiche umana, portando alla luce sentimenti, fantasmi del passato, inquietudine del presente e incertezza del futuro di tutti i numerosi personaggi che animano la vicenda. Attenta la descrizione dei protagonisti, così come del loro background; curata l’ambientazione tanto da renderla vivida e reale. Ad accompagnare tutto questo, il ritmo serrato, le indagini brillanti, le scene che si avvicendano rapide, senza posa; l’azione che lascia spazio a momenti di ricordi e riflessioni, e uno stile di scrittura limpido e diretto.

E poi lui, Alexander Wolf, un vero e proprio antieroe lontano da qualunque stereotipo; sconfitto ma non domo, sofferente e tormentato ma vivo. Un uomo che ha perso quasi tutto e che lotta per conservare quel poco che è rimasto. Un protagonista che colpisce per la sua natura fragile e forte insieme, e a cui ci si affeziona immediatamente.
Uccidi il male ha un finale inatteso e sorprendente, è autoconclusivo ma lascia pensare che possa esserci un seguito: in tutta onestà, lo spero tanto.

Francesca Mancini


Lo scrittore:
Davide Simon Mazzoli ha iniziato la sua carriera nel 1984 come valletto di Mike Bongiorno. Alla fine degli anni ’90 inizia a lavorare nell’azienda di famiglia e partecipa alla produzione di vari grandi progetti, tra i quali Fantasy Kingdom di Gardaland, il mini parco del Benetton Megastore e altre grandi attrazioni sparse in tutto il mondo, in qualità di scenografo, scultore e direttore artistico.
Nel 2003 inizia la sua esperienza come autore televisivo collaborando alla realizzazione di vari format per Mediaset, Sky, MTV, AliceTV e Cinecittà Entertainment. Nel 2004 firma un format della prima serata di Rete4, prodotto da Mediaset e Cinecittà Entertainment.
Nel 2011, insieme al cugino Marco Mazzoli di Radio 105, scrive il romanzo Radio-grafia di un Dj che non piace, edito da Rizzoli. Nel 2012 pubblica con Tre60, il nuovo marchio TEA del Gruppo editoriale Mauri Spagnol, il thriller dal titolo Lo Specchio del Male, inserito fra i cinque thriller consigliati come lettura estiva 2012 e tra i migliori cinque titoli per Natale 2014 dal sito internet di Panorama.
Nel 2012, sempre con suo cugino Marco, pubblica con Mondadori il libro Non mollare mai! – Sfighe e rivincite dello Zoo di 105.
Nel 2013 pubblica con Sperling & Kupfer il primo libro della saga “Le Terre Magiche di Midendhil” dal titolo “la Missione dell’Ultimo Custode”, pubblicato anche in Bulgaria e Brasile. Il mondo di Midendhil si sviluppa attraverso un sito web ed altri progetti. Il progetto Midendhil è partner del Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite. Dal romanzo di Midendhil è stato tratto il nuovo grande night show di Mirabilandia, scritto e diretto da Davide Simon Mazzoli.
Nel 2015 scrive, produce e dirige il lungometraggio On Air – Storia di un successo, film tratto dal romanzo Radio-grafia di un Dj che non piace. Il film, distribuito da Medusa Film, è stato sceneggiato dallo stesso Mazzoli e da Ugo Chiti.
Nel luglio 2016 vince con On Air – Storia di un successo il premio Miglior Regia della tredicesima edizione del Magna Graecia Film Festival.