Andrea Nagele – Grado nella tempesta

536

Editore Emons Libri&Audiolibri
Anno 2022
Genere Giallo
230 pagine – brossura e epub
Traduzione di Anna Carbone


Quarto romanzo della saga della commissaria Maddalena Degrassi e dei fenomeni climatici di Grado. Già, perché anche da quelli l’autrice prende spunto per scrivere le sue storie.
Questa in particolare fa riferimento a un fatto veramente accaduto nell’agosto del 2008, precisamente l’8 agosto. Su Grado si scatenò un tornado, che abbatté alberi, pali dell’alta tensione, lasciando la città al buio, successero incidenti, il litorale fu selvaggiamente colpito e squassato e ci furono anche morti e feriti.
Grado – Agosto, 2008.
C’è un’afa tremenda che incolla i vestiti alla pelle e non fa nemmeno respirare. Ogni movimento costa fatica e fa stillare sudore. Ma sembra che qualcosa a breve possa cambiare, perché il cielo comincia ad accumulare nuvoloni neri e minacciosi e tanta elettricità nell’aria.
Emmanuele, un ragazzino di quattordici anni che abita in un campo nomadi, mentre pensa ai suoi problemi di cuore, si trova in un supermercato per fare la spesa e c’è un blackout, nessuno può uscire perché le porte automatiche sono chiuse. Col favore del buio, Emmanuele, pensa di rubare un paio di sneakers che sogna da tempo, ma che non avrà mai, e mentre le indossa è testimone uditivo di una minaccia di morte da parte di un uomo ad un’altra persona. Emmanuele ha paura, ma vuole fare la cosa giusta, e va in commissariato a denunciare la cosa. Solo che al suo arrivo, trova un poliziotto con ben poca voglia di ascoltarlo, che lo fa fuggire a gambe levate. Ma il problema è che poco dopo il ragazzino scompare e la Degrassi si trova ad affrontare il caso con poche prove nelle sue mani.

Mentre le indagini per ritrovare Emmanuele vengono attivate, succedono altre cose, come se andassero in concomitanza con il peggioramento del tempo, che sembra inquietante.
Christopher, facoltoso uomo d’affari, si incontra con il vecchio amico di liceo per una rimpatriata e per rivivere un po’ i vecchi tempi. Ha organizzato tutto in una lussuosa struttura alberghiera per lui e il suo vecchio compagno Johannes. Ma Johannes è spesso distratto dal suo cellulare e dal suo pc che nasconde sempre a Christopher. Non accetta i regali dell’amico di buon grado, ma con un certo astio. Cosa nasconde Johannes? Perché è sempre al cellulare?
Nella stessa zona prende il via la vacanza di Henriette e Frederick con le due figlie Leonie e Katharina. I due sono già ai ferri corti per il comportamento poco veritiero di Frederick. Il campeggio promesso, non è quello dei sogni e adattarsi è un grosso peso, sia per Henriette che per le due bimbe. L’elettricità tra i due è nell’aria, come quella dei lampi che cominciano a saettare tra le nubi.
Poi c’è la storia di Beatrice, infermiera all’ospedale di Monfalcone, con la sindrome da crocerossina. Ma nessuno sa che nel suo passato c’è un oscuro segreto che non riesce a dimenticare.
E poi c’è Villa Esperanza e i suoi due proprietari, Loredana e Alonso; un luogo con un bel giardino e tantissimi gatti. Sembra piacevole, ma il tempo la rende inquietante, e anche il passato e suoi due abitanti non fanno altro che litigare tra loro per quell’eredità particolarmente misteriosa.
E come se non bastasse, la Degrassi si trova in ambasce, perché il suo capo Scaramuzza, di cui non è abbia molta stima, le ha chiesto la mano di sua madre.

Questo della Nagele è un giallo molto particolare, fatto di tante storie, con al centro come protagonista la tempesta perfetta che avvenne davvero l’8 agosto del 2008. Infatti, i casi in essere si risolveranno tutti con lo scoppio della tempesta, come se fosse quello il punto culminante di tutto.
Se la parte del libro che racconta le storie che effettivamente la Degrassi dovrà sbrogliare, sono molto lente e riflessive, quasi che la scrittrice ci voglia far immergere nella psiche dei personaggi, di scavarli a fondo, nel loro intimo, per farci cogliere tutte le loro sfaccettature, la seconda parte, quella che racconta della tempesta è concitata, piena di suspense, adrenalinica. Corre ingovernabile come il vento che soffia forte, come gli scrosci violenti di pioggia e grandine e come il rombo dei tuoni e il saettare dei lampi.
È un crescendo perfetto che il lettore potrà gustare pagina dopo pagina. È una storia dove non ci sono né vinti né vincitori, ma solo la contrapposizione tra uomo e natura. E la scoperta che l’uomo, nonostante tutte le sue scoperte scientifiche, non può governare la natura, quando questa è fuori controllo.
Bel giallo con una trama intricatissima. Molto curata la parte psicologica dei personaggi, meno quella delle mere caratteristiche fisiche, a parte quella di pochi personaggi. Più adrenalinica e scorrevole la seconda parte del romanzo, dove praticamente si definiscono tutte le storie.

Silvia Marcaurelio


Lo scrittore:
Andrea Nagele, scrittrice austriaca, divide la sua vita tra Klagenfurt, dove esercita l’attività di psicoterapeuta, e la cittadina di Grado, dove ha ambientato la serie di romanzi gialli con protagonista la commissaria Maddalena Degrassi.