Glenn Cooper – La quarta profezia

482

Editore Nord
Anno 2022
Genere Thriller storico
360 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Barbara Ronca


Torna in pista Glenn Cooper, un autore da oltre 3 milioni di copie vendute in Italia, col nuovo romanzo della serie bestseller con come protagonista Cal Donovan, professore di teologia e archeologia ad Harvard: serie che è sbarcata la prima volta in libreria nel 2016 con Il segno della croce, poi seguita da Il debito (2017), I figli di Dio (2018), Il sigillo del cielo (2019).
Lisbona, ai nostri tempi. Mentre mancano ormai pochi giorni alla messa di canonizzazione di Lúcia de Jesus Rosa dos Santos, la superstite dei tre pastorelli che si incontrarono con la Madonna a Fatima, poi diventata suora domenicana e addirittura vissuta fino a quasi cento anni, Cal Donovan è a nella capitale lusitana ospite all’Olissippo Lapa Palace Hotel di Lisbona, una residenza del XIX secolo, con un giardino che sembra un parco, affacciata sul fiume Tago. Ed è là proprio in veste di coordinatore del convegno sulle rivelazioni di Fatima, organizzato dal cardinal Rodrigo da Silva, il potente Segretario di Stato del Vaticano, sua buona e vecchia conoscenza che già da tempo ha presentato e raccomandato Donovan in Vaticano, trasformandolo in un paladino e uomo di fiducia del papa.

Con l’adrenalina alle stelle per superare costanti imprevisti e ostacoli , in una corsa contro il tempo, che lo porterà da Lisbona a Roma a Londra e a Parigi, Cal Donovan, l’affascinante professore americano, capace di risolvere anche casi impossibili, ma sempre fragile di fronte all’alcool e alle donne e in perenne conflitto con i suoi demoni, forse retaggio di lontane scelte e traumi familiari, dovrà accollarsi il fardello di trasformarsi nell’unico ostacolo alla distruttiva minaccia di un qualcosa di spaventoso. Di un qualcosa da prevenire a ogni costo per il bene di tutti.
Inseguito anzi braccato, messo sotto ricatto (le donne rischiano di trasformarsi in un tallone di Achille), la sua unica possibilità per riuscire sarà quella di superare i rivali in astuzia, rendersi invisibile e correre sopravanzandoli abbastanza a lungo da arrivare a scoprire cosa nasconde esattamente la verità celata nella Quarta Profezia. Una pericolosissima fatale verità?

Un thriller ben congegnato in cui ancora una volta Glenn Cooper che si diverte sempre a sbalordire i suoi lettori con la sua ampia e variegata duttilità narrativa che lo porta spesso a imboccare strade dal sapore esoterico/ fantasmagorico ai limiti del favolistico, imposta questa storia su un ritmo indiavolato e la inserisce nel suo romanzo .
Le pagine scorrono via veloci tra il continuo tentativo di riuscire a controbattere il delittuoso complotto, cardine di una storia entusiasmante in grado di far credere, come spesso nei libri di Glenn Cooper, che qualche volta la fantasia abbia persino l’ardire di modificare talmente la realtà, quale la ricostruzione di uno storico segreto religioso, da renderla altrettanto credibile. Una trama convincente per la plausibilità e l’incrociarsi di eventi e sfumature adottate dall’autore, basata sull’intrigante realtà religiosa delle rivelazioni che la Madonna fece a Fatima nel 1917 a tre pastorelli portoghesi e che la Chiesa nel 1930 riconobbe ufficialmente come miracolose.
Una fiction con tutti gli ingredienti necessari per funzionare: il ritmo l’ alchimia di un nuovo possibile innamoramento, azione, mistero, storia in un esplosivo e funzionale mixer che non concede un attimo di respiro.

Una nuova e coinvolgente avventura per il professor Cal Donovan, una storia forse non facile da interpretare in questo periodo così difficile da sopportare per il papato. per l’Europa e l’umanità tutta. Con per scenario la potenza di una chiesa che tenta invano di battersi e trovare un qualche rimedio contro l’incomprensione e il fanatismo di questo tormentato terzo millennio. Un millennio che sembra portare in sé in germi dell’autodistruzione. Circondati da guerre in atto in ogni parte del mondo, con la più dura e vicina che addirittura ci coinvolge ogni giorno indirettamente (e speriamo resti così) il male che ci circonda diventa sempre più palpabile. Si sono scatenati ovunque la menzogna, la prevaricazione e il razzismo. Il terrorismo impazza mentre vige il disinteresse o addirittura il completo rigetto nei confronti dei tanti affanni e problemi sociali dell’umanità, compresi povertà e immigrazione, con il fanatismo che dilaga sempre e ovunque subdolamente.

Patrizia Debicke


Lo scrittore:
Glenn Cooper nato nel 1953, New York rappresenta uno straordinario di duttilità professionale e mentale. Dopo essersi laureato con il massimo dei voti in Archeologia a Harvard, ha scelto di conseguire un dottorato in Medicina. Oggi è presidente e amministratore delegato della più importante industria di biotecnologie del Massachusetts ma, a dimostrazione della sua versatilità, è anche sceneggiatore e produttore cinematografico. La biblioteca dei morti, suo primo romanzo, è stato venduto in 22 Paesi e salutato dal Bookseller come «il debutto più atteso del 2009». La quadrilogia della Biblioteca dei Morti ha proseguito con Il libro delle anime (2010), Il tempo della verità (Nord 2012) e I custodi della biblioteca (2012). Dannati, primo capitolo di La trilogia dei Dannati, è uscito nel 2014, seguito da La Porta delle Tenebre (2015) e L’invasione delle Tenebre (2015). La sua terza serie, l’attuale, si compone da Il segno della croce (2016), Il debito (2017), I figli di Dio (2018) e Il sigillo del cielo ( Nord 2019).