Antonio Boggio – Omicidio a Carloforte

403

Editore Piemme
Anno 2022
Genere Giallo
304 pagine – brossura e epub


Alvise si sedette su una panchina al molo, dando le spalle alle case. Carloforte era dietro di lui, gli alberi, i palazzi, la piazza, i carrugi, le palme e i ficus. Davanti a sé le braccia dei moli foranei stringevano uno specchio di mare in un abbraccio. Una barca a vela si era avventurata oltre la linea di schiuma prodotta dalla risacca che s’infrangeva fuori dal porto. Quando Alvise aveva il mare negli occhi, poteva benissimo dimenticarsi dove si trovava, che cosa stesse facendo, che cosa l’avesse portato lì. Si immergeva in una voragine, si rendeva conto di quanto potesse scavare in profondità dentro di lui, talvolta riemergendone cambiato.”

Con il suo romanzo d’esordio Antonio Boggio regala al noir italiano una nuova suggestiva ambientazione e un nuovo originale protagonista, Alvise Terranova, commissario dal cuore tormentato e la passione per la poesia, amante del buon vino e di Tom Waits. Omicidio a Carloforte è un giallo che si legge tutto d’un fiato grazie a una scrittura scorrevole, evocativa, capace di far immergere da subito il lettore, anche attraverso l’attento inserimento di espressioni dialettali, nelle atmosfere di uno dei luoghi più belli della Sardegna. Carloforte è un posto che entra immediatamente nel cuore con la forza dirompente di una natura che incanta, con i suoi colori, i suoi profumi, la sua storia, quelle seimila anime avvolte nel blu intenso di un mare meraviglioso. Una piccola comunità, in cui “non succede mai niente” e dove “tutti sanno tutto di tutti”, cornice perfetta per una storia dalla trama solida e ben costruita.

La tranquillità del piccolo centro viene infatti sconvolta nei suoi ritmi e nelle sue placide abitudini dalla morte di Padre Moresco, storico prete dell’isola, contestato di recente da un gruppo di fedeli per l’eccessiva rigidità. Una morte che pare accidentale ma che, a differenza dei suoi superiori, non convince Terranova, che, tornato da poco a Carloforte dopo averla lasciata all’età di quattordici anni, dovrà mettere insieme testimonianze frammentarie, pettegolezzi, lettere anonime e indizi, per scoprire, schivando minacce e depistaggi, che il paese in cui ha trascorso l’infanzia nasconde fra le sue mura colorate segreti inconfessabili. Una storia che coinvolge e appassiona, in cui ogni personaggio cattura e incuriosisce per la capacità di assumere, con la sua specifica personalità – che Boggio riesce sempre a cogliere nella sua essenza – un ruolo determinante all’interno di un ingranaggio che sembra muoversi lentamente, quasi fuori dal tempo, ma che in realtà è motore di una società che si rivela specchio dei tempi moderni, dove intrighi, clientelismi e interessi personali possono spingere a intessere trame dalle tinte cupe.

Un vero e proprio viaggio nelle emozioni, nel dolore, ma anche nella viltà dell’animo umano, in quelle tenebre che si annidano nei cuori oscuri, capaci di annientare anche la volontà più tenace. Un intrico di anime, sentimenti, storie e passioni che si snodano fra i carrugi e che si svelano sotto quel cielo che si confonde con il mare, sulla scia di un protagonista dall’animo profondo, umano, ancora tutto da scoprire. Un esordio davvero ben riuscito di cui non si può che attendere il seguito.
Un accenno merita infine l’edizione del romanzo, in particolare la bellissima copertina, dall’immagine perfetta e dai colori vivaci, capace di rimanere impressa nella memoria del lettore e di attirare da subito l’attenzione degli appassionati del genere e non solo.

Linda Cester


Lo scrittore:
Antonio Boggio, nato nel 1982, è cresciuto a Carloforte, nell’isola di San Pietro, una piccola isola a sudovest della Sardegna. Attualmente vive e lavora a Cagliari. Alcuni suoi racconti sono apparsi in antologie e riviste.
Omicidio a Carloforte è il suo romanzo di esordio, primo giallo di una serie con il Commissario Alvise Terranova. L’autore sta già lavorando al sequel.