Cristina Aicardi e Ferdinando Pastori – Dolce da morire

577

Cristina Aicardi vive e lavora in Brianza. Leggere e viaggiare sono le sue passioni. Caporedattore del web magazine letterario MilanoNera da dieci anni, scrive articoli e recensioni.
Ferdinando Pastori, piemontese di nascita e milanese d’adozione, ha pubblicato due raccolte di racconti e i romanzi “No Way Out”, “Euthanasia”, “Nero imperfetto”, “Il Vizio di Caino”, “Rosso Bastardo” e “L’ultimo respiro della
notte”. Suoi racconti sono presenti in diverse antologie e collabora con MilanoNera.

Per Laurana Editore, nella Collana Calibro 9, dal 3 febbraio disponibile in versione cartacea e epub, una commedia gialla, un cozy crime intitolato “Dolce da morire”.

“Pastori e Aicardi ci regalano un giallo ironico, divertente e amaro. E se questo è l’inizio non vedo l’ora che arrivi il seguito. Perché arriva, vero?”
Antonio Manzini

Vi riportiamo la trama:
Olga Cazzaniga Peroni è una brianzola ironica e pungente. Il timore che il fidanzato della nipote possa rivelarsi un cacciatore di dote la spinge ad assumere l’investigatore privato Franco Reali. Quello che inizia come un incarico di routine, non solo rivelerà risvolti inaspettati, ma stravolgerà la vita di Reali. Alle prese con usurai, criminalità organizzata, una bionda femme fatale e le continue interferenze di Olga, Reali dovrà dar fondo a tutte le sue risorse per sventare un pericoloso disegno criminale e salvaguardare l’incolumità di tutte le persone coinvolte.