Amanda Foody, Christine Lynn Herman – Noi i cattivi

493

Editore Mondadori / Collana Oscar fantastica
Anno 2023
396 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Silvia Rosa


“- I mostri non possono ferirti se sei un mostro anche tu – si disse. Ma i suoi pensieri erano frenetici. Il cuore gli batteva all’impazzata. L’incantesimo, così potentemente architettato, era impossibile da fermare. Se Alistair era davvero un mostro, allora perché aveva così paura?”

Quando il Velo di Sangue scende sulla città di Ilvernath il cielo si fa cremisi e ha inizio il Torneo. E poco importa se quest’anno un libro divenuto bestseller ha svelato tutti i segreti, anche i più macabri, della gara, poco conta se il governo e la stampa hanno i riflettori puntati sulla città. I campioni delle sette famiglie maledette si sfideranno a colpi di incantesimi e maledizioni per detenere il controllo dell’alta magia, la più potente, la più pericolosa. Una battaglia all’ultimo sangue alla fine della quale solo uno rimarrà, solo uno potrà sopravvivere e tornare alla propria famiglia da vincitore.

“Noi I cattivi” è una storia di magia, sangue e maledizioni che strizza l’occhio ad Hunger games e a Harry Potter ma che ha il pregio di distanziarsene diventandone completamente autonoma. Il mondo costruito da Amanda Foody e C.L. Herman si muove e si rivela in ogni sua sfumatura man mano che le pagine scorrono, avviluppando sempre di più il lettore in una storia di cattivi che alla fine sono solo ragazzi, costretti in un gioco crudele e violento dove le certezze si sgretolano e le emozioni prevalgono fino all’ultimo, inaspettato, colpo di scena che stravolge completamente lo schema e pone le basi per un seguito che non si vede l’ora di leggere. Un romanzo young adult, che si rivolge quindi ai più giovani ma che può essere letto con piacere anche dagli adulti, fantasy a tinte gotiche, dall’ambientazione molto dark, con qualche accenno di romance che non guasta e che anzi rende a mio parere la storia più coinvolgente.

Una lettura che scorre veloce – nonostante la mole del romanzo – grazie a uno stile moderno e sempre fluido, in cui l’alternarsi del punto di vista fra i quattro protagonisti infonde alla storia quel ritmo e quella globalità, che consentono al lettore di non adagiarsi mai sulle pieghe della trama – peraltro ben strutturata fin dall’inizio -, portandolo a leggere avidamente un capitolo dopo l’altro per capire l’evoluzione della storia e dei personaggi. E sono proprio i ragazzi i veri protagonisti di questa storia, l’elemento più sorprendente e anche più affascinante di “Noi I cattivi”, un romanzo dal quale ci si aspetterebbe solo violenza, crudeltà e sangue, ma che invece rivela, in un intrico di alleanze inaspettate, sotterfugi e menzogne, le fragilità di questi campioni, costretti a crescere nella violenza, nel terrore e nell’orgoglio, e che per la prima volta iniziano un percorso di crescita autonomo, che li porterà a mettere in discussione ciò in cui hanno sempre creduto, ciò per cui sono stati da sempre preparati, in un distacco naturale ma anche drammatico dalla propria famiglia.

E leggendo di ognuno di loro ci si ritrova a chiedersi chi è davvero il cattivo, ponendosi domande sui concetti di cattiveria e di violenza, e su come l’educazione e gli stimoli familiari e sociali possano concretamente influenzare la natura umana, soprattutto quando in gioco c’è la sopravvivenza. Perché poi è questo che rende i romanzi per i più giovani sempre interessanti, quella capacità di far scaturire nel lettore – anche adulto – considerazioni spesso profonde, di essere sempre spunto di riflessione e di raccontare, anche in una storia fantasy avvolta nell’atmosfera di un cielo color porpora, intrisa di sangue, magia e terrore, la realtà emotiva dei ragazzi, l’evolversi della loro affettività e della loro personalità, quel percorso di crescita denso di speranza e di sogni che riflette le aspettative di una vita ancora in divenire e che aspetta solo di essere vissuta nella sua sfumatura più intensa.

Un accenno in conclusione merita anche l’edizione del romanzo, curatissima in ogni dettaglio come tutte le proposte Oscarvault e accattivante grazie all’immagine di copertina evocativa e dai colori perfetti e alla sovracoperta che diventa la mappa scarlatta del Torneo, indispensabile durante la lettura.

Linda Cester


Gli autori:
Amanda Foody (she/her) è autrice, oltre che del bestseller Noi i cattivi (Best Young Adult Book di Amazon per il 2021), delle serie “Wilderlore” e “The Shadow Game”.

C.L. Herman (they/she) scrive libri bestseller che parlano di magia, mostri e formazione, tra cui la dilogia di Noi i cattivi e All of Our Demise, la dilogia “The Devouring Gray” e The Drowning Summer.