Ian Macpherson – Lo zio cadavere

530

Editore 8tto Edizioni
Anno 2021
Genere giallo
288 pagine – brossura e epub
Traduzione di Cristina Cigognini


Hayden è uno stand-up comedian – o un commediante come diremmo in italiano – che dopo i quarant’anni sta conoscendo una fase di stallo. La morte dello zio Eddie però gli permette di allontanarsi momentaneamente da Londra inseguendo un’idea, che non aveva prima di partire, di scrivere un romanzo giallo.

Prese il cellulare e afferrò un quaderno vuoto. Avrebbe iniziato il suo romanzo, e lo avrebbe iniziato ora. Noir celtico fuori di testa. Tolse il tappo dalla sua biro e aprì il quaderno.
Il quaderno vuoto.
Tre ore dopo era ancora vuoto.

Attorniato dai ricordi di un’infanzia strampalata (i genitori sono partiti prima del suo settimo compleanno per le Hawaii) e da tre particolari e ottuagenarie zie, Hayden ha un dubbio: e se lo zio Eddie fosse stato assassinato?

Era una cosa seria.
Non era un romanzo giallo.
Era realtà.

Hayden inizierà le indagini da solo e aiutato da amici d’infanzia, le zie e dei vicini che però sembrano coinvolti nel malaffare. Riuscirà il nostro non eroe a scoprire il colpevole? Accompagnato da un fedele narratore che non lo lascerà mai solo, Hayden dovrà fare i conti col suo passato scoprendo cose che Eddie non gli aveva mai riferito.

“Lo zio cadavere” è un noir. È anche una commedia. Ed è anche un libro che ne contiene un altro. Perché l’autore qui non si limita a essere onnisciente ma segue il protagonista – come un fantasma – dando vita a un proprio romanzo all’interno di un romanzo che però non è il suo. Chiaro, no? Macpherson non è solo uno scrittore comico, riesce a trasformare la storia di Hayden McGlynn in una tragedia, o una farsa (ma d’altronde sarà così complesso comprenderlo). Se solitamente siete poco avvezzi all’idea di leggere un noir in salsa comedy, questo romanzo saprà farsi cambiare idea con personaggi così particolari che sapranno strapparvi sorrisi e affetto.

L’intera struttura di quest’opera è caratteristica e originale, un romanzo così non potrete trovarlo da altra parte, scritto da un uomo che riesce anche a immedesimarsi nella parte essendo lui stesso performer. Nonostante alcuni punti del romanzo potrebbero sembrare a una prima lettura confusionari, sarà lo stesso protagonista – accompagnato dalle sue simpatiche zie – a portarvi a una degna conclusione, in parte piuttosto logica. Perché Macpherson lascia qua e là simpatiche tracce di quello che potrebbe accadere, e il lettore più arguto sarà capace di indovinare il seguito.
La scrittura è quella tipica di un romanzo comico con interventi del narratore che smorzano soprattutto le parti più tragiche dando quasi l’impressione che non si stia leggendo un romanzo giallo. Che poi non era il desiderio finale di Hayden? Scrivere un romanzo noir celtico per fuori di testa. Tra personaggi bislacchi e romanzi noir che Hayden leggerà e forse scriverà, Macpherson dà vita a un nuovo genere di romanzo.

Adriana Pasetto


Lo scrittore:
Ian Macpherson è uno scrittore e performer irlandese di fama internazionale. Noto soprattutto nell’ambito della stand-up comedy, è autore di romanzi e anche di libri per bambini. Vive a Glasgow con la poetessa Magi Gibson, “molti premi e una valigia piena di ricordi”.