Francesco Arienzo – Si accettano colpevoli. La prima indagine, controvoglia, di Fortunato Terracotta

538

Editore Mondadori Electa
Anno 2023
Genere Giallo
264 pagine – brossura e epub


Francesco Arienzo nel suo fortunato esordio come scrittore ci presenta un particolare “detective” di nome Fortunato Terracotta.
Fortunato ha da pochi anni passato la trentina, soffre di aptofobia e quindi non ama “toccare” le persone né essere toccato e convive non solo con i genitori ma anche con innumerevoli manie.
La meticolosità e l’abitudine gli consentono di preservare il suo spazio dalle invasioni altrui.
Fortunato ama l’ordine, non sopporta le novità e, senza accorgersene, vive la sua quotidianità subendo l’abitudine.
I miei primi trentacinque anni erano cominciati come al solito ed ero pronto a farli proseguire allo stesso modo. Appoggiai prima il piede sinistro e poi quello destro sul parquet così da sentire sulle caviglie una flebile corrente d’aria…

Il romanzo inizia col racconto del giorno del suo trentacinquesimo compleanno, giorno in cui la vita butterà all’aria tutti i suoi piani.
Fortunato Terracotta dovrà abbandonare la sua routine, l’appartamento in cui vive e l’amata cartoleria, bene di famiglia che gestisce con notevole trasporto.
Un nuovo mondo lo aspetta in un piccolo paese della provincia dove dovrà fare i conti con tutto ciò che non gli appartiene.
Scoprirà l’imperfezione, la criminalità, l’eccentricità degli esseri umani e forse anche di potersi innamorare.
Ma a Baianova Fortunato Terracotta incontrerà anche un cadavere e si ritroverà negli scomodi panni di un detective improvvisato sulle tracce dell’assassino.
Terracotta viene letteralmente catapultato in una nuova realtà governata dal degrado e dalla ghettizzazione ma sarà proprio in questa nuova bolla di vita inaspettata che imparerà a conoscere se stesso.

Obliquamente a una serie di eventi riscopre nuovi confini e impara in qualche modo la clemenza, anche verso se stesso.
Il suo passato lo attraversa e torna quotidianamente ad evidenziargli gli opposti.
Alfonso, Bucaneve, Zanicchi e gli altri personaggi inizieranno a colorare le sue giornate e lui scoprirà che essere meno asociale non è poi così male.

Arienzo ha costruito un giallo molto particolare e, soprattutto, diverso. Ho gradito molto l’attenzione al dettaglio e alla caratterizzazione dei personaggi minori.
Se dovessi regalargli tre aggettivi definirei questo romanzo leggero, essenziale e divertente. Una bella lettura estiva che non inquieta troppo e fa sorridere facendoci però riflettere molto sulle nostre piccole manie quotidiane, che spesso non notiamo, e su quanto sia la vita e non noi a decidere gran parte del nostro percorso personale.
Noi possiamo solo trovare il modo di viverla al meglio e comprendere che dietro a tutto quello che pare sottrarci c’è una piccola ricompensa e noi abbiamo solo un compito, trovare il coraggio di scorgerla.

Deborah Alice Riccelli


Lo scrittore:
Francesco Arienzo, napoletano classe ’81, dopo un’adolescenza vissuta in provincia, si trasferisce a Roma dove intraprende il percorso teatrale – prima come attore, poi anche come regista e autore di commedie – che lo porta diretto alla comicità, fino a Milano. Personaggio eclettico, si muove tra tv (Italia’s Got Talent, Saturday Night Live, Extra- Factor, Bar Stella), i podcast e i live con i suoi monologhi di stand-up comedy. Da sempre innamorato della scrittura, aspetta il momento giusto per scrivere un libro, non lo trova ma lo scrive lo stesso. Si accettano colpevoli è il suo primo romanzo