Mai Jia – Il Messaggio

634

Editore Marsilio / Collana Farfalle
Anno 2023
Genere Spy/ Thriller
448 pagine brossura e ebook
Traduzione di Fabio Zucchella


Comincio subito con il dire che “Il Messaggio” è la spy story più bella, avvincente, mozzafiato che ho letto negli ultimi anni. Il ritmo cadenzato che non cala mai in nessuna pagina, in nessuna descrizione, in nessun dialogo, l’ambientazione originale dell’Oriente più profondo, i quattro incredibili e costruitissimi personaggi rendono questa lettura un proprio e vero viaggio storico nella Repubblica di Nanchino e nel conflitto sino-giapponese degli anni Quaranta del Novecento.
Quattro verità, ognuna narrata dal proprio protagonista, riempiono pagine di tensione e meraviglia, coinvolgendo chi legge in una narrazione preziosa e articolata dove ognuno può portare avanti la propria idea e parteggiare con uno dei personaggi.
Jin, Wu, Li e Gu sono quattro agenti, due uomini e due donne, crittografi dell’intelligence del governo di Jingwei che vengono scortati nella famigerata Tenuta Qiu, due edifici isolati alle porte di Hangzhou perché si sospetta che tra di loro si nasconda una spia, il cui nome in codice è: Fantasma.

Da questo momento in poi chi legge si ritrova in una storia in cui la verità è fragile e può nascondersi anche nel più piccolo dei dettagli. Chi dice la verità tra i quattro? È possibile che siano tutti innocenti?
Il lettore si muove all’unisono con i personaggi all’interno del racconto dove ogni pagina sembra smentire e sostituire la precedente così come il giudizio appena formulato viene spazzato via da una nuova presunta verità e da una descrizione più precisa, più ficcante, più verosimile, più convincente.

Jia è in grado di scrivere pagine di perfetto coinvolgimento psicologico dove quello che si percepisce ha più valore delle stesse parole che si leggono e dove il senso della Verità intesa come valore sociale smette di essere percepito positivamente e acquista il salatissimo prezzo della sopravvivenza.
Per i cultori delle spy story “Il Messaggio” è il romanzo da leggere assolutamente perché oltre a possedere tutti gli elementi paradigma del genere possiede il genio della creatività dell’autore che parla e scrive di un mondo che conosce e questo viene percepito e apprezzato come valore aggiunto indiscutibile. Come un valore aggiunto è da considerarsi la traduzione del bravissimo Zucchella, capace di rendere alla perfezione anche la più piccola sfumatura del linguaggio dei quattro protagonisti e che conferma la grande professionalità della nostra editoria più colta.

Antonia del Sambro


Lo scrittore:
Mai Jia (1964) vive non lontano da Hangzhou ed è considerato il fondatore del thriller cinese. Ha lavorato con i servizi segreti del suo paese e dagli anni di reclutamento ha attinto ispirazione per gran parte dei suoi personaggi. Solo in patria, dove ha vinto il prestigioso premio Mao Dun, è seguito da dieci milioni di lettori. Dai suoi romanzi sono stati tratti film e serie tv. Il fatale talento del signor Rong (Marsilio 2016), tradotto in trentatré lingue, è stato opzionato per il cinema da 20th Century Fox, mentre dal Messaggio è stato realizzato il film coreano Fantasma, con la regia di Lee Hae-young.