Michael Connelly – Il giorno dell’innocenza

253

Editore Piemme Edizioni
Anno 2023
Genere Legal Noir
432 Pagine – cartonato e epub
Traduzione di Alfredo Colitto


Ci sono incubi da cui esiste un risveglio e incubi da cui non c’è scampo. Incubi che non appartengono al mondo sconfinato della notte ma a quello circoscritto e reale in cui viviamo. Incubi in cui nostro malgrado ci si è ritrovati per una serie di sfortunati eventi, e dai quali non si riesce a imboccare una via d’uscita. Incubi che non si meritano ma di cui si porta il peso insieme alle famiglie che seppur con fatica e dolore, non fanno mancare il loro sostegno a ogni passo. Incubi che assumono la forma della colpevolezza quando si sa di essere innocenti. Ma chi è disposto ad ascoltare una voce che si disperde nell’eco di tante dietro le sbarre di una prigione?

“Come probabilmente sa, essere innocenti, ammesso che davvero lo sia, in tribunale non è sufficiente. Nella sua situazione deve poter dimostrare la sua innocenza.”

Los Angeles è una città in cui tutto non rimane uguale a lungo, con vedute che fanno sognare che tutto sia possibile, e strade disseminate da innumerevoli storie di violenze. Districarsi in questo labirinto sembra impresa ardua, ma c’è qualcuno che lavora per ristabilire un equilibrio, che mette ogni energia nel consegnare alla giustizia chi continua a circolare impunito, o riconsegnare la libertà a chi è stata tolta ingiustamente.

“Non è un disperato bisogno di uscire di prigione, il loro,
ma di essere creduti, se può avere senso.”

Da quando il fratellastro, Michey Haller, il famoso avvocato della Lincoln, lo ha fatto inserire in un programma di cura sperimentale per la malattia che lo ha colpito, Harry Bosch lavora per lui aiutandolo nei casi che affronta indagando alla maniera in cui è abituato dopo anni e anni nella omicidi e come investigatore privato. Bosch è un fuoriclasse nel suo mestiere, un talento innato, una straordinaria capacità di osservare i cavilli e le prove di un’indagine e intuire se ci sono zone cieche o tutto fila nel verso giusto. E quando s’imbatte nel caso di Lucinda Sanz che si trova da cinque anni in carcere per l’omicidio dell’ex marito, decide di proporlo ad Haller, per scoprire la verità e testimoniare l’innocenza della donna.

“Non è un lavoro di difesa. È un lavoro di verità.”

Michael Connelly è un maestro del genere, un autore che non mi ha mai delusa e anche in questo ultimo romanzo edito in Italia da Piemme, non solo dà conferma della sua bravura stilistica con una storia dalla trama elaborata e dando sempre più corpo a protagonisti a cui siamo abituati ma che continuano a mutare romanzo dopo romanzo assumendo uno spessore sempre più reale, ma irrorando il testo di molteplici tematiche che lo rendono così profondo, intenso e anche commovente.
Perché cosa c’è di più terribile dell’essere condannati ingiustamente, e cosa c’è di più coraggioso che lottare per la propria credibilità, e cosa c’è di più struggente che sapere che qualcuno è disposto a farlo con te?
Haller continua a dimostrare la sua bravura in un’ aula di giustizia, la conoscenza dei segreti che si celano dietro la legge, laddove non mancano territori grigi e fedeltà variabili ma anche un senso di soddisfazione che deriva dal poter concedere una resurrezione personale, la possibilità di tornare a camminare a testa alta nel mondo da cui ci si era sentiti abbandonati.
Bello, bello. Consigliato senza dubbi.

Federica Politi


Lo scrittore:
Michael Connelly è una delle più grandi star della narrativa americana, Michael Connelly raggiunge il primo posto in classifica con ogni suo nuovo romanzo. I lettori italiani lo hanno accolto con entusiasmo fin dal primo libro pubblicato, Debito di sangue da cui è stato tratto un film diretto e interpretato da Clint Eastwood. I lettori hanno poi imparato a conoscere il detective Harry Bosch, indimenticabile protagonista di molti suoi thriller, tra cui Il ragno, vincitore nel 2000 del Premio Bancarella. In anni più recenti, Connelly ha ideato un nuovo riuscitissimo protagonista, Mickey Haller, che svolge la sua attività dal sedile posteriore di una Lincoln, oltre che in tribunale, e che, nella riduzione cinematografica di The Lincoln Lawyer, ha il volto noto di Matthew McConaughey. Connelly è stato spesso in Italia, tra le presenze eccellenti di numerosi festival: il Festivaletteratura a Mantova, il Noir in Festival a Courmayeur, dove gli è stato conferito il Raymond Chandler Award, e il Festival Internazionale delle Letterature a Roma.
Nel 2016 è stata trasmessa in Italia la serie televisiva Bosch, di cui Connelly ha curato la sceneggiatura.
Tra i suoi ultimi romanzi pubblicati in Italia da Piemme: La strategia di Bosch, Il passaggio, Il dio della colpa. Il passaggio segna il ventesimo “compleanno” di Harry Bosch.