Sarah Pekkanen e Greer Hendricks – La candidata perfetta

689

Editore Piemme
Anno 2019
Genere Thriller
432 pagine – rilegato e epub
Traduzione di Anna Martini e Carla Palmieri

[divider] [/divider]

Jessica vive e a New York e fa la truccatrice freelance.
Da sempre custodisce un segreto legato all’incidente che, tanti anni prima, ha distrutto la vita di sua sorella minore Becky e da allora è attanagliata dal senso di colpa.
Proprio per questo motivo, all’insaputa dei suoi genitori, ogni mese paga gran parte delle spese mediche destinate alla cura della sorella, ma i soldi non abbondano e lei non sa come curerà Becky quando finiranno.
La soluzione le si presenta alla porta quando, durante una seduta di trucco a casa di due giovani universitarie, viene a sapere di una ricerca su etica e morale condotta da un professore che pagherà le persone che decideranno di partecipare.
Qui ha inizio il rapporto malato tra Jessica e l’affermato dr. Shields.
Jessica non sarà trattata come gli altri soggetti, ma verrà coinvolta nella vita privata del Dottore che, fin dal primo momento, ha trovato in Jessica la persona adatta a ciò che ha in mente.
Il suo è un piano perverso e inquietante soprattutto perché, la persona che dovrebbe aiutare i pazienti in difficoltà, si trasforma in una figura malata e ossessiva. E come si fa quando la persona di cui ci dovremmo fidare diventa quella da cui scappare?
Per salvarsi, Jessica deve allontanarsi dalla medicina e dalle sedute.
Un aspetto sicuramente interessante della ricerca di Shields sta nella prima fase, quando i soggetti della ricerca devono rispondere alle domande del questionario senza sapere di essere osservati dallo psichiatra che è in grado di analizzare i movimenti e le pause di riflessione degli intervistati, di interpretarli ed attribuire un significato ad ogni loro gesto.

E mentre Jessica risponde alle domande, il lettore si sente coinvolto in questa ricerca sulla morale ed è obbligato a porsi le domande che il dr. Shields ha ideato e a cercare delle risposte.
Leggendo si entra in una storia coinvolgente ma, soprattutto, si partecipa inevitabilmente alla ricerca, diventando protagonisti della vicenda.
Jessica ha molti motivi per sentirsi in colpa e fuori luogo davanti ai quesiti e alle domande inquisitorie di Shields: tutti i problemi di sua sorella sono capitati indirettamente a causa sua, e la sua vita affettiva non è una di quelle che si potrebbero definire “moralmente corrette”.
Jessie non ha voglia di storie serie, o di impegnarsi, e quando avverte il bisogno di sentirsi meno sola beve qualcosa in un bar e passa la notte con qualche uomo trovato lì.
Uno di questi uomini è Noah che, a differenza di tutti gli altri, trova in Jessie qualcosa per cui valga la pena rimanere, e coltivare un sentimento che lei non è abituata nemmeno ad immaginare.
Tutta la vergogna che la protagonista prova è amplificata dal fatto di trovarsi davanti ad una creatura apparentemente perfetta: Shields è bello, elegante, accogliente. Ma cosa si nasconde dietro ad una facciata ideale?

Nel libro è affrontato questo tema: le persone non sono ciò che vogliono far credere di essere e in questo mondo di finzione e apparenza ci si ritrova persi, senza sapere di chi ci si possa davvero fidare.Quando Jessie riesce a capire di essere intrappolata è già troppo tardi: il dottore ha trovato un lavoro a suo padre e ha spedito la sua famiglia in vacanza in un resort di lusso, e lei è da sola, ma la cosa più inquietante è che non può nemmeno far credere a Shields di non avere paura perché lui conosce ogni singolo dettaglio della vita e della psiche di Jessica.
La figura dello psichiatra è sicuramente interessante: non aiuta i pazienti, ma si fa aiutare nei suoi intenti dai pazienti; i veri bisognosi non sono loro, ma è lui ad avere bisogno di un supporto.
Uno degli aspetti più coinvolgenti è che nella scrittura si alternino parti in cui parla Jessie e parti in cui è proprio il dottore a parlare: fin dall’inizio percepiamo il tono malato e spaventoso di una persona ossessionata, e vorremmo suggerire a Jessie di scappare e salvarsi da un male di cui non sospetta ancora nulla.

Caterina Invernizzi

[divider] [/divider]

Le scrittrici:
Sarah Pekkanen e Greer Hendricks, americane, sono rispettivamente una famosa autrice di romanzi e la sua editor di lunghissima data. Insieme, duo inedito quanto vincente, hanno deciso di scrivere un thriller psicologico: il risultato è stato uno dei più grandi successi dell’anno in America, venduto in trentacinque Paesi per cifre altissime e opzionato per il cinema da Amblin Entertainment.

sarahpekkanen.com
greerhendricks.com