Victoria Schwab – Città di spettri

606

Editore Mondadori / Collana Oscar fantastica
Anno 2021
Genere Giallo/Thriller
320 pagine – brossura e epub
Traduzione di Marina Calvaresi


Un anno fa Cassidy Blake, schiva ragazzina del liceo, è quasi annegata in un fiume. A salvarla, ormai in fin di vita, è stato Jacob, fantasma dalle sembianze di un ragazzino con le sneakers e il ciuffo biondo. Da allora Jacob è diventato il miglior amico di Cass e non la perde di vista un attimo, nemmeno quando lei entra nel luogo abitato dagli spiriti. Cass infatti riesce a sentire il richiamo dei morti ed è capace di attraversare il Velo che li separa dal mondo dei vivi, ma quando si troverà a Edimburgo per seguire i suoi stravaganti genitori alle prese con la registrazione di un programma televisivo proprio sui fantasmi, scoprirà non solo di non essere l’unica ad avere certe capacità, ma soprattutto di avere ancora molto da imparare sul mondo degli spiriti. Fra vicoli sotterranei, castelli infestati e cimiteri popolati da fantasmi irrequieti Cass capirà qualcosa di sé e del suo speciale dono e scoprirà, assieme all’immancabile Jacob, tutti i veri rischi che si corrono ogni qual volta si attraversa il Velo e si passa al mondo dei morti.

Primo capitolo dell’attesa trilogia Cassidy Blake, pubblicata in Italia grazie a Mondadori, Città di spettri è un romanzo per ragazzi breve ma intenso, dalle tinte macabre eppure piacevolissimo, una lettura scorrevole che lascia al lettore quella dolcezza che solo le avventure per ragazzi riescono a regalare. Victoria Schwab è riuscita infatti a dosare con misura diversi ingredienti in un mix perfetto di fantasy, horror, simpatia e avventura dove il valore dell’amicizia e la scoperta del mondo delle anime fanno da filo conduttore a una storia spettrale moderna e dai personaggi ben riusciti. Il lettore infatti non può che affezionarsi immediatamente a Cassidy, schiva ragazzina del liceo con la sua inseparabile macchina fotografica vintage, protagonista dolcissima e particolare, che cerca di comprendere la reale portata del grande dono che le è stato fatto dopo aver visto in faccia la morte.

L’amicizia con Jacob poi, fantasma ironico e dai tratti contemporanei, è un altro aspetto particolarmente interessante, leitmotiv dell’intera vicenda, legame indissolubile e dai contorni misteriosi, che mostra non solo le fragilità ma anche le capacità di una generazione, in uno scambio simpatico e divertente fra aneddoti e letture del pensiero dove ciò che emerge è il bisogno di fidarsi uno dell’altra, di credere nell’amicizia, anche se strana, incompresa o addirittura segreta. Simpatica anche la famiglia di Cassidy, due genitori appassionati di paranormale che in realtà non ne capiscono nulla ma che compongono, con quell’affetto mai stucchevole, la cornice perfetta all’interno della quale Cass affronterà il suo percorso di crescita indubbiamente particolare.

E poi c’è lei, Edimburgo, la città che da ambientazione diventa vera e propria protagonista, svelata in tutto il suo fascino più cupo e misterioso. Victoria Schwab consegna infatti al lettore un’Edimburgo colta nella sua più intima essenza, raccontata anche attraverso gli occhi dei suoi stessi abitanti, una città dai vicoli stretti, nascosti, con un passato denso di storia, popolata da spiriti inquieti condannati a vagare in eterno negli angoli bui dei cimiteri nebbiosi. Una città capace di segnare profondamente chi, come Cass, è in grado di avvicinarsi alle sue storie macabre, alla tragicità del destino di quelle anime colto nella sua parte più sinistra ma anche più profonda, ricordo tenace di quell’indissolubile legame con chi non c’è più.
Una lettura piacevolissima, quindi, che lascia la voglia di leggerne il seguito, consigliata agli amanti del genere, ragazzi e non solo, ma anche a chi voglia scoprire ad una giovane talentuosa scrittrice del panorama moderno.

“La gente pensa che i fantasmi escano solo di notte, oppure a Halloween, quando sul mondo cala il buio e i muri si assottigliano. Ma la verità è che sono dappertutto. Tra gli scaffali del pane del supermercato, nel bel mezzo del giardino della nonna, seduti in prima fila sul tuo stesso autobus. Solo perché non riesci a vederli, non significa che non ci siano.”

Merita infine un ultimo importante accenno l’edizione italiana del romanzo, curata da Mondadori. Inserito nella collana Oscar Fantastica blink, il romanzo ha un formato più piccolo, bellissimo e assolutamente adatto a questo tipo di lettura. Un’edizione perfetta in ogni suo particolare – dalla copertina evocativa alla mappa interna della città -, splendida e curatissima come tutte le proposte di Oscar Vault.

Linda Cester


La scrittrice:
Victoria “V. E.” Schwab è l’autrice di oltre venti libri, tra cui l’acclamata serie Shades of Magic e la trilogia Cassidy Blake, e La vita invisibile di Addie LaRue. I suoi romanzi sono stati tradotti in tutto il mondo e sono stati opzionati anche per il cinema e la televisione. Quando non si aggira per i vicoli di Parigi o non arranca su e giù per le colline inglesi, vive a Edimburgo, in Scozia, ed è in genere accoccolata nell’angolo di una caffetteria, intenta a sognare mostri.