Christian Frascella – Omicidio per principianti

376

Editore Einaudi / Collana I Coralli
Anno 2022
Genere Noir
272 pagine – brossura e epub


La Barriera di Milano, il quartiere periferico di Torino “multietnico, multiforme, multipericoloso”, come lo definisce Frascella, sta a Contrera come la tarte tatin sta alle mele. Senza quella zona opaca della città, senza i suoi odori, le persone che lo abitano, la miseria e le difficoltà, il detective privato con sede in una lavanderia a gettoni non esisterebbe. Contrera la Barriera ce l’ha nel sangue, la trova nelle persone che frequenta, in quelle che incontra, nei vivi e nei morti ammazzati. È l’universo che gli è più congeniale, perché gli somiglia, hanno le stesse crepe, le medesime delusioni, la rabbia e il desiderio frustrato di cambiare che condividono. Ci si muove a proprio agio, Contrera, tra quelle vie strette, tante, troppe, troppo scure e difficili.

Ma in questo quarto romanzo, anche la Barriera sembra acquisire un aspetto più umano, nella stessa misura in cui la disillusione del protagonista pare ormai toccare il fondo. A nulla servono le persone che ha intorno, quelle che gli vogliono bene e quelle che lo odiano. Non hanno mezze misure le relazioni di Contrera, chi lo incontra o lo adora o lo detesta. Ritroviamo la figlia Valentina, l’ex moglie che ha di nuovo messo incinta, Erica, una compagna persa per una notte di ubriachezza, Mohamed, il proprietario del suo “ufficio” Sergione, l’unico fascista che in qualche modo vada a genio a Contrera, e Baseggi, il poliziotto duro dal cuore tenero. A questi si unisce un’anima morta, quella di Max, vecchio amico di Contrera, compagno di scorribande giovanili, spinelli e varie puttanate. Ha preso una brutta strada e si è impiccato in carcere qualche anno prima. Ma si è lasciato alle spalle un legame: la figlia Vittoria, compagna di scuola di Giada la nipote di sei anni di Contrera, una bambina adorabile, l’unico essere umano che straveda per lui.

E proprio sulla scomparsa drammatica di Vittoria, dovrà indagare questa volta il detective privato più problematico della letteratura. È uscita da scuola senza che nessuno la vedesse e non si sa dove sia finita. La cliente di Contrera, in qualche modo, sarà proprio Giada, preoccupata per la scomparsa della compagna di classe. Tra spari, morti ammazzati, persone reticenti, procuratori tormentosi e dintorni poco amichevoli, si dipana questa vicenda che tiene il lettore con il fiato sospeso fino all fondo. Un noir classico, ma con sfumature imprevedibili che Frascella sa amministrare e dosare con una capacità superlativa. Il suo humour è caustico, l’ironia è feroce, il sarcasmo spiazzante. Strappa risate anche in contesti in cui non ci sarebbe nulla da ridere.

La scrittura è quasi una musica, a volte dura, a volte più morbida, spesso nostalgica. Attraverso i dubbi e le contraddizioni di Contrera, analizzandone il tormento interiore e l’incapacità totale di reagire alla propria rovina, Frascella racconta il mondo di oggi, quello degli ultimi, pieno di difficoltà, di delusioni, dimenticato dalle istituzioni e da coloro che vivono nella parte bella della città. Omicidio per principianti è un’ode alla sofferenza, un disperato tentativo di portare l’attenzione su quella parte del mondo che di rado sa dove stia di casa la felicità. Compito, questo, di cui la letteratura, quella con la “L” maiuscola, dovrebbe occuparsi più spesso. In un mondo dove imperversano commissari grotteschi, con il solito amico cretino e la donnina compiacente, Frascella è sempre una gran bella boccata d’ossigeno.

Enrico Pandiani


Lo scrittore:
Christian Frascella è nato a Torino e vive a Roma. Ha pubblicato Mia sorella è una foca monaca (Fazi 2009; Einaudi 2022), Sette piccoli sospetti (Fazi 2010), La sfuriata di Bet (Einaudi 2011), Il panico quotidiano (Einaudi 2013), La cosa piú incredibile (Salani 2015), Brucio (Mondadori 2016), Cadaveri a sonagli (Giallo Mondadori 2020). Per Einaudi sono usciti anche gli altri episodi della serie di Contrera: Fa troppo freddo per morire (2018 e 2021), Il delitto ha le gambe corte (2019 e 2021), L’assassino ci vede benissimo (2020 e 2021) e Omicidio per principianti (2022).