Friedrich Ani – L’omicidio della felicità

938

Friedrich Ani nasce nel 1959 in Baviera, a Kochel, e vive a Monaco. Pluripremiato giallista, vincitore per sette volte dell’autorevole Deutscher Krimi Preis, è autore di numerosi romanzi, libri per ragazzi, poesie, radiodrammi e sceneggiature. Dello stesso autore, Emons ha pubblicato Süden(2015), Süden e la vita segreta (2016), M come Mia(2016) e Il giorno senza nome (2017). Quest’ultimo romanzo, vincitore del Deutscher Krimi Preis 2016 e del Stuttgarter Krimipreis 2016, ha ispirato l’omonimo film di Volker Schlöndorff.

Torna l’8 novembre 2018 per Emons Edizioni Jacob Franck. L’ex-commissario che ha fatto conquistare a Friedrich Ani, su Die Welt, la palma di “legittimo successore di Dürrenmatt.”Questa volta un titolo che toglie il respiro: L’omicidio della felicità. “Perché, Signore, i bambini muoiono?”

Questa la domanda che Dostoevskij condivide con il principe Myškin ne L’idiota. Jakob Franck, ex commissario in pensione, non sa rispondere; ma capisce che l’unico modo per porre fine al tormento di una madre, di una famiglia, è cercare di scoprire chi ha ucciso il figlio undicenne Lennard, ritrovato morto trentaquattro giorni dopo la sua scomparsa. Non si tratta però solo di questo. L’assenza di testimoni, l’insensatezza di un qualunque movente, rievocano in Frank la dolorosa memoria dei casi insoluti della sua carriera.

Lennard Grabbe era uscito in una fredda e piovosa sera di novembre ed era scomparso, come prima di lui – negli ultimi quarant’anni – erano scomparsi in quella città altri cinque ragazzi e tre ragazze, senza che i loro cadaveri fossero mai stati rinvenuti; il loro destino era stato risucchiato per sempre in un buco nero, un maelstrom che aveva distrutto la felicità di matrimoni e famiglie…”