Karin Slaughter – Frammenti di lei in blogtour

1463

Karin Slaughter, autrice da 35 milioni di copie nel mondo, è tradotta in 37 lingue. I diritti televisivi sono stati acquisiti da Bruna Papandrea, produttrice di note serie tv come Gone Girl, Wild, e Big Little Lies. Sulla scia dei successi internazionali di Quelle belle ragazze e La figlia modello, Karin Slaughter torna con un nuovo romanzo pubblicato da HarperCollins Italia e in uscita il 31 ottobre 2018.

Una scrittura incalzante e cruda, infallibile cifra stilistica dell’autrice, per un thriller modernissimo.

“Una scrittrice di straordinario talento.” Kathy Reichs

Prosegue il blogtour, dopo 50/50 Thriller e Il Giallista, anche sul nostro blog per tracciare un identikit dell’autrice

Chi è il tuo detective immaginario preferito? E il cattivo migliore?

K.: Sara Paretsky’s V. I. Warshawski ne ha dovute subire parecchie prima di essere accettata in quanto donna che fa quel tipo di lavoro. C’è un’intera generazione di donne che scrivono di donne forti grazie a Sara. Per quanto riguarda i cattivi, devo dire Mayella Ewell di “Il buio oltre la siepe”, anche se con alcune riserve. Da una parte, lei aveva subito violenze terribili dal padre; dall’altro, contribuisce all’apologo spurio della donna vendicativa che si serve di false accuse di stupro per colpire un uomo.

Qual è in assoluto il tuo libro preferito?

K.: È complicato, perché “Via col vento” è uno dei pilastri principali dell’odiosa narrativa della Causa Persa, ma è anche uno dei libri cardine letti durante l’infanzia che mi ha aiutata a formarmi come scrittrice. Quando l’ho trovato in biblioteca, non c’erano molti romanzi dove in cui le donne potevano essere al comando e sicure di sé senza essere violentemente assassinate entro la fine della storia. 

Cosa serve per un buon thriller?

K.: Contano i personaggi tanto quanto la trama. Se non sono forti allo stesso modo, a nessuno interessa veramente che cosa succede.

Vi riportiamo la sinossi del libro, in attesa di leggerlo per voi:

Cosa faresti se tua madre si rivelasse una completa sconosciuta?
Andrea sa tutto di sua madre Laura. Sa che non si è mai mossa da Belle Isle, che non ha mai avuto segreti e che desidera solo una vita tranquilla. Dopo tutto è sua madre, e lei la conosce bene…
Poi, un giorno, mentre stanno pranzando in un fast food, si ritrovano coinvolte in una sparatoria e Andrea scopre che Laura, prima di essere Laura, era un’altra persona. Per quasi trent’anni ha nascosto la sua vera identità e ha vissuto nell’ombra sperando che nessuno la trovasse. Ma adesso che quell’incidente ha attirato su di lei l’attenzione dei media, niente potrà più essere come prima. La polizia vuole delle risposte e mette in discussione l’innocenza di Laura, ma lei non vuole parlare con nessuno, nemmeno con sua figlia. E ad Andrea non rimane che iniziare un viaggio disperato, per ricostruire frammento dopo frammento il passato di sua madre, consapevole che, se non riuscirà a svelare i segreti che per così tanto tempo sono rimasti nascosti, non ci potrà essere futuro per nessuna delle due…